La mappa dell’attivismo politico | T-Mag | il magazine di Tecnè

La mappa dell’attivismo politico

Un paese frammentato. Gli emiliani sono in media i più impegnati politicamente. In Calabria e Puglia invece sono proprio gli eventi di piazza ad attirare l’attenzione. L'infografica di italiani.coop
di Redazione

In dieci anni, dal 2006 al 2016, è diminuito l’attivismo politico in Italia nelle diverse voci analizzate dall’Ufficio Studi Coop. Ad esempio: nel 2006 il 33,1% dichiarava di informarsi di politica tutti i giorni. Nel 2016 la quota risulta in calo al 30,8%. E un andamento analogo viene evidenziato tra quanti ascoltano dibattiti politici; partecipano a comizi; discutono di politica tutti i giorni; partecipano a cortei; donano soldi ai partiti; svolgono attività gratuita per un partito.

A livello regionale invece «gli emiliani», si legge sul sito di italiani.coop, «sono in media i più impegnati politicamente in Italia, anche se non amano i comizi o i cortei. In Calabria e Puglia invece sono proprio gli eventi di piazza ad attirare l’attenzione, mentre per il resto del tempo, in tutto il Paese, la politica sembra un’attività lontana dalle proprie giornate».

 

Scrivi una replica

News

Migranti, Salvini: «Hotspot per l’accoglienza ai confini a Sud della Libia»

Hotspot per l’accoglienza «ai confini a Sud della Libia». Lo ha scritto su Twitter il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a poche ore dalla visita in…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Russia, Salvini: «Le sanzioni contro Mosca sono inutili e nocive»

«In Italia al potere è arrivato un governo che vuole fare quello che ha promesso in campagna elettorale: le sanzioni contro la Russia sono inutili…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commercio, Ue: «Risponderemo ai dazi americani sulle auto»

L’Unione europea replicherà agli Stati Uniti, qualora il piano del presidente statunitense Donald Trump di imporre dazi al 20% sull’import di auto costruite in Europa…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Amministrative, Berlusconi: «Quello che vince è un centrodestra plurale»

«Quello che vince è un centrodestra plurale, nel quale nessuna forza politica è autosufficiente». Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, commentando…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia