Rallenta export extra-Ue (ma cresce su base annua) | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta export extra-Ue (ma cresce su base annua)

A ottobre 2017, rispetto al mese precedente, le esportazioni sono in flessione (-1,3%) mentre le importazioni sono in aumento (+1,7%)
di Redazione

A ottobre 2017, rispetto al mese precedente, le esportazioni sono in flessione (-1,3%) mentre le importazioni sono in aumento (+1,7%). La diminuzione congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue segue due mesi di espansione e coinvolge quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie. Nell’ultimo trimestre, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue, risulta comunque ampiamente positiva (+3,1%) ed estesa a tutti i raggruppamenti principali di industrie. Così l’Istat nel consueto report sul commercio estero extra Ue.

Dal lato dell’import, spiega l’Istat, l’incremento congiunturale registrato a ottobre è esteso a quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie, a eccezione dei beni intermedi (-0,3%). I beni strumentali (+8,3%) registrano un aumento particolarmente intenso. A ottobre 2017, le esportazioni sono in forte aumento su base annua (+11,2%, che passa a +9,4% eliminando l’effetto prodotto dal diverso numero di giorni lavorativi). La crescita è marcata per l’energia (+45,5%) e per i beni di consumo non durevoli (+13,3%); di intensità minore per i beni strumentali (+11,9%) e i beni di consumo durevoli (+7,4%). Anche le importazioni sono in espansione (+8,4%, che si riduce a +5,6% eliminando l’effetto prodotto dal diverso numero di giorni lavorativi) coinvolgendo tutti i comparti. Il surplus commerciale (+4.554 milioni) è in significativo aumento rispetto a quello dello stesso mese del 2016 (+3.803 milioni). Il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici (+7.025 milioni) è in forte crescita rispetto a ottobre 2016 (+6.107 milioni). A ottobre, rispetto allo stesso mese del 2016, l’export verso Turchia (+26,9%), paesi MERCOSUR (+25,6%), Stati Uniti (+17,0%), Cina (+15,6%), Russia (+14,3%), Svizzera (+12,7%) e Giappone (+12,6%) aumenta in misura superiore rispetto a quello medio delle esportazioni. In flessione le vendite di beni verso i paesi OPEC (-11,6%). Gli acquisti di beni da paesi OPEC (+35,2%) e Svizzera (+13,5%) registrano aumenti superiori a quello medio delle importazioni. Con riguardo ai paesi ASEAN (-18,2%) e Russia (-5,9%), si segnala invece un forte calo.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Germania, Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU

Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU, l’Unione Cristiano-Democratica di Germania tedesca. Al primo turno nessuno dei tre candidati alla presidenza della CDU ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Le mie dimissioni sono un’ipotesi che non esiste»

«Le dimissioni sono un’ipotesi che non esiste». Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, smentendo così ogni voce riguardo sue possibili dimissioni. Tria ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ministro Sanità: «Pronti a ponte aereo per garantire farmaci»

«Il Regno Unito è pronto a realizzare un ponte aereo per garantire le forniture di farmaci d’importazione nell’eventualità di intoppi al porto di Dover, o…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa, capo staff della Casa Bianca prossimo alle dimissioni

Secondo alcuni media statunitensi, il capo dello staff della Casa Bianca, John Kelly, dovrebbe presentare a breve le dimissioni.L’uscita di Kelly sarebbe legata ai malumori…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia