Di Maio: “Il calo delle nascite è preoccupante” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Di Maio: “Il calo delle nascite è preoccupante”

“Avete visto il rapporto Istat sulla natalità? Calano i nati e diminuisce il tasso di fecondità, lontanissimo da quel ‘tasso di sostituzione’ che servirebbe a mantenere la popolazione totale su livelli almeno costanti. Questo vero e proprio tracollo si spiega con le politiche dei governi di centro-destra e di centro-sinistra”. È quanto scritto dal candidato M5S Luigi Di Maio, in un post sul suo profilo facebook. “Maternità e carriera possono e devono andare insieme. Dal 2001 il congedo di paternità può durare fino a 14 giorni e dal 2004 per ogni figlio c’è un premio alla nascita di 800 euro. Questa è una vita di qualità. Sappiamo già cosa fare, sappiamo già che funziona. Lo faremo. Perché per far crescere l’Italia bisogna tornare a fare figli e le famiglie vanno sostenute seriamente. Chi sono i populisti? Il partito che si vende un bonus mamma come una misura rivoluzionaria o chi, come noi, vuole replicare in Italia le buone pratiche della vicina Francia?”.

 

Scrivi una replica

News

Multa da 7 milioni di euro inflitta a Sky dall’Antitrust

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato l’emittente televisiva SKY per 7 milioni di euro, in seguito all’accertamento di due violazioni del Codice…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Albania, si sono dimessi tutti i parlamentari del principale partito di opposizione

Il gruppo parlamentare del Partito democratico, principale formazione dell’opposizione albanese di centro destra guidata da Lulzim Basha, non farà più parte dell’Assemblea nazionale, il Parlamento…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brasile, crollo diga: salgono a 169 le vittime

Peggiora il bilancio di vittime del crollo della diga di rifiuti minerali a Brumadinho, nel Minas Gerais, lo scorso 25 gennaio. Secondo l’ultimo aggiornamento dei…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, scissione anti-Corbyn nel Labour

Sette deputati laburisti, favorevoli al referendum bis, hanno lasciato il partito. Ufficialmente la decisione è stata presa perché hanno accusato il leader Jeremy Corbyn di…

18 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia