Brusca frenata delle vendite a ottobre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Brusca frenata delle vendite a ottobre

Osservando le serie storiche si può notare come per ritrovare flessioni congiunturali così marcate bisogna tornare al novembre 2016 per il valore e all’ottobre del 2015 per i volumi
di Redazione

A ottobre le vendite al dettaglio sono nuovamente diminuite, riportando cali dell’indice che non si vedevano ormai da più di un anno. In valore si registra infatti un -1% e in volume un -1,1%. Osservando le serie storiche si può notare come per ritrovare flessioni così marcate bisogna tornare rispettivamente al novembre 2016 e all’ottobre del 2015.

Entrambi gli indici sono il risultato delle flessioni che hanno interessato sia le vendite di prodotti alimentari che quelle di prodotti non alimentari. Rispetto a settembre le vendite alimentari sono diminuite dello 0,9% in valore e dell’1,5% in volume, mentre quelle non alimentari hanno registrato un -1% ed un -0,8%.
Più lieve il calo registrato nell’arco del trimestre agosto-ottobre rispetto al trimestre precedente: -0,1% in valore e -0,2% in volumi. In questo caso il valore delle vendite al dettaglio è stato bilanciato negativamente da quelle di prodotti non alimentari, per le quali l’Istat ha rilevato un -0,2% a fronte del +0,1% che ha interessato quelle alimentari. Per quanto riguarda invece i volumi, l’Istituto nazionale di statistica segnala un calo dello 0,% per le vendite di beni alimentari e un -0,2% per quelle di beni non alimentari.
Anche rispetto ad un anno fa le vendite sono diminuite drasticamente. Tra ottobre 2016 e ottobre 2017 si registra infatti un -2,1% in valore ed un -2,9% in volume, riflesso in entrambi i casi delle tendenze al ribasso di entrambe le tipologie di prodotti: in valore le vendite di alimenti sono diminuite dell’1,7% e quelle di beni non alimentari del 2,4%, mentre in volumi si registra rispettivamente un -3,8% ed un -2,4%.
Di conseguenza, il valore delle vendite effettuate tra gennaio e ottobre è aumentato solo limitatamente, riportando un +0,1% per il valore (+0,7% i beni alimentari e -0,2% quelli non alimentari) e un -0,7% per il volume (-1,1% per quelle alimentari e -0,2% per quelle non alimentari).

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia