I libri tra i regali più gettonati a Natale. Ma i lettori “forti” sono pochi | T-Mag | il magazine di Tecnè

I libri tra i regali più gettonati a Natale. Ma i lettori “forti” sono pochi

Successo di pubblico alla fiera "Più libri più liberi", a Roma. Eppure il numero di chi legge libri in Italia resta piuttosto basso
di Silvia Capone

È stata definita la fiera dei record, la 16esima edizione di Più libri più liberi, la fiera della piccola e media editoria che si è tenuta a Roma. Si sono registrate oltre 100 mila presenze e il tutto esaurito per la maggior parte degli incontri organizzati, grazie anche al cambio di location, la Nuvola di Fuksas che ha contribuito ad incrementare i visitatori, raddoppiati rispetto all’edizione dello scorso anno. La fiera, organizzata dall’Associazione Italiana Editori, ha riscontrato un notevole successo anche sui social, i video pubblicati sulla pagina hanno totalizzato più di 193 mila visualizzazioni. I post Facebook hanno raggiunto più di 4 milioni di utenti, i tweet sono stati visti da 156.259 persone e gli aggiornamenti tramite Instagram hanno superato gli 8 mila like. L’affluenza ha comportato un maggior flusso di vendite a testimonianza di quanto la piccola e media editoria sia importante per il settore intero, infatti pesa su questo per un libro su tre e nel solo 2017, secondo i dati elaborati da Nielsen per l’Associazione, il suo mercato risulta in crescita per il terzo anno. In particolar modo il 2017 registra in positivo l’internazionalizzazione della piccola editoria, i libri venduti sono cresciuti di oltre il 31%.

In generale il settore editoriale appare senza tempo, una ricerca condotta dall’Unione Nazionale Consumatori, su dati Istat, stilando una classifica delle vendite natalizie 2017, prevede che i libri saranno in quarta posizione, prima di smartphone e computer. Il trend coinvolge anche le biblioteche, che registrano un incremento di visitatori rispetto al 2016, e librerie che per gli italiani sono ancora il luogo privilegiato dove cercare un libro. Infatti i dati AIE confermano che otto italiani su dieci preferiscono comprare in negozio a prescindere dall’età del lettore. Le librerie scelte sono nel 57% dei casi quelle di catena nelle grandi città, quelle situate nelle gallerie dei centri commerciali per il 21%. Le librerie indipendenti, nonostante siano maggiormente ricercate, sono scelte dal 16% dei lettori, ed infine quelle che trattano anche l’usato dal 17%. Nonostante ciò i dati dell’Istat relativi al 2016 non mostrano una situazione positiva, nell’anno considerato il 57,6% della popolazione con più di sei anni non ha letto un libro di carta nei dodici mesi precedenti. Coloro che non leggono sono soprattutto uomini, 64,5%, con un basso livello di istruzione, in prevalenza del Sud Italia, 69,2% dei casi. Ad influire sulle percentuali anche la fascia d’età, tra gli 11 e i 14 anni non leggono il 46,8% dei ragazzi, quota che aumenta al 61% tra i 65-74enni, fino al 73,5% per coloro che hanno 75 anni e più. Al contrario l’indagine fa emergere che i lettori detti “forti”, ovvero coloro che hanno letto almeno un libro al mese, sono la parte minore, solo il 5,7%.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia