Istat: “Export delle regioni italiane in aumento del 7,3% nei primi 9 mesi del 2017” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “Export delle regioni italiane in aumento del 7,3% nei primi 9 mesi del 2017”

“Nel terzo trimestre 2017, rispetto ai tre mesi precedenti, l’export risulta in crescita per tutte le ripartizioni: +3,0% per le regioni nord-orientali, +1,4% per l’Italia meridionale e insulare, +0,9% per le regioni nord-occidentali e +0,7% per l’Italia centrale.
Rispetto ai primi nove mesi del 2016, nel periodo gennaio-settembre 2017, a fronte di un aumento medio nazionale del 7,3%, si registrano incrementi delle vendite sui mercati esteri per le regioni delle aree insulare (+33,8%), centrale (+8,2%), nord-occidentale (+8,0%) e nord-orientale (+5,5%). Si rileva invece una leggera diminuzione per le regioni dell’area meridionale (-0,1%).
Nel periodo gennaio-settembre 2017 tra le regioni che forniscono il maggiore contributo alla crescita tendenziale delle esportazioni nazionali si segnalano: Lombardia (+7,3%), Piemonte (+8,9%), Lazio (+17,7%), Emilia-Romagna (+5,8%) e Veneto (+5,1%). Diversamente, si registrano segnali negativi in particolare per Basilicata (-16,4%) e Molise (-30,4%).
Nei primi nove mesi del 2017, l’aumento tendenziale delle vendite di autoveicoli dal Lazio, di prodotti petroliferi raffinati dalla Sicilia, di articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici e di metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti dalla Lombardia contribuisce alla crescita dell’export nazionale per oltre un punto percentuale (1,6 punti).
Nello stesso periodo si segnala un incremento dell’export di macchine e apparecchi n.c.a. da Lombardia, Emilia-Romagna e Piemonte che impatta sulla dinamica nazionale per quasi un punto (0,8 punti).
Le vendite dalla Lombardia e dal Lazio verso gli Stati Uniti, dal Piemonte verso la Cina e dalla Lombardia verso la Germania forniscono un impulso positivo all’export nazionale, mentre flettono le vendite della Lombardia e dell’Emilia-Romagna verso i paesi OPEC.
Nei primi nove mesi dell’anno, la positiva performance all’export delle province di Frosinone, Milano, Siracusa, Monza e della Brianza, Cagliari e Torino contribuisce positivamente all’export nazionale. I maggiori contributi negativi provengono da Potenza e Ascoli Piceno”. Lo ha reso noto l’Istat in una nota sul proprio sito.

 

Scrivi una replica

News

Dombrovskis: «Il governo italiano sta andando contro gli impegni presi»

«L’Europa è costruita sulla cooperazione, l’Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia con regole che sono le stesse per tutti, quindi se la fiducia…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

La Commissione europea ha bocciato la manovra

La Commissione Ue ha rigettato il Documento programmatico di bilancio illustrato dal governo italiano e ne ha chiesto uno nuovo, che dovrà essere presentato entro…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Imparare la lingua italiana è una priorità per coloro che sono giunti in Italia di recente»

«Per coloro che sono giunti in Italia di recente, la lingua rappresenta il primo strumento nel cammino di integrazione. Importante e prezioso è il ruolo…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Fiscale, il testo è stato firmato dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto fiscale. Il testo è arrivato al Quirinale dopo il via libera della Ragioneria. Tra le…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia