Ema, il Comune di Milano ricorre alla Corte dei Conti europea | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ema, il Comune di Milano ricorre alla Corte dei Conti europea

Il Comune di Milano ha presentato ricorso alla Corte dei Conti europea contro l’assegnazione all’Olanda della sede dell’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali. Lo ha annunciato il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, pubblicando i documenti che proverebbero le inadempienze di Amsterdam. “Oggi il governo olandese è stato costretto a rendere pubblici gli atti che aveva secretato, da questo abbiamo capito che i nostri sospetti erano fondati”, ha osservato Sala. Il sindaco di Milano ha detto che i documenti certificherebbero la “scomparsa” delle due sedi temporanee proposte dall’Olanda, il Tripolis-Burgerweeshuispad 200 e l’Infinity Business Center-Amstelveenseweg 500.

 

Scrivi una replica

News

Governo, Mattarella affida a Roberto Fico l’incarico di verificare intesa M5S-Pd

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questo pomeriggio al Palazzo del Quirinale il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, e gli ha…

23 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Terrorismo: Salah Abdeslam condannato a 20 anni

Salah Abdeslam, unico sopravvissuto tra i principali responsabili degli attentati di Parigi del 2015, è stato condannato a 20 anni carcere per tentato omicidio, attività…

23 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quirinale: Mattarella convoca per le 17 il presidente della Camera, Roberto Fico

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha convocato per le ore 17 di oggi (lunedì 23 aprile, ndr), al Palazzo del Quirinale, il presidente della…

23 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia adotta la legge sull’immigrazione e sull’asilo

Con 228 voti a favore e 139 contrari, la Francia ha adottato il progetto di legge sull’immigrazione, l’asilo e l’integrazione, volto ad accelerare i tempi…

23 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia