Ema, il Comune di Milano ricorre alla Corte dei Conti europea | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ema, il Comune di Milano ricorre alla Corte dei Conti europea

Il Comune di Milano ha presentato ricorso alla Corte dei Conti europea contro l’assegnazione all’Olanda della sede dell’EMA, l’Agenzia europea per i medicinali. Lo ha annunciato il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, pubblicando i documenti che proverebbero le inadempienze di Amsterdam. “Oggi il governo olandese è stato costretto a rendere pubblici gli atti che aveva secretato, da questo abbiamo capito che i nostri sospetti erano fondati”, ha osservato Sala. Il sindaco di Milano ha detto che i documenti certificherebbero la “scomparsa” delle due sedi temporanee proposte dall’Olanda, il Tripolis-Burgerweeshuispad 200 e l’Infinity Business Center-Amstelveenseweg 500.

 

Scrivi una replica

News

Libia, Conte: «Vogliamo che il popolo libico possa decidere del proprio futuro»

«In Libia si è avviato un percorso di stabilizzazione». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo da Villa Igiea, a Palermo, prima…

12 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Upb: «Con “quota 100” pensioni più basse anche del 30%»

«Chi optasse per “quota 100” subirebbe una riduzione della pensione lorda rispetto a quella corrispondente alla prima uscita utile con il regime attuale da circa…

12 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, Seehofer ha lasciato la presidenza della CSU

Il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, ha annunciato che lascerà la presidenza della CSU – Unione Cristiano-Sociale in Baviera, il partito fratello della CDU -,…

12 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Genova, Bucci: «La demolizione di Ponte Morandi inizierà il 15 dicembre»

La demolizione di Ponte Morandi inizierà il 15 dicembre 2018. Lo ha reso noto il sindaco di Genova e commissario alla ricostruzione, Marco Bucci. L’annuncio…

12 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia