Ripresa a singhiozzo, ma «scenario macroeconomico favorevole» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ripresa a singhiozzo, ma «scenario macroeconomico favorevole»

Tuttavia peggiorano le attese dei consumatori sulla situazione economica. Male anche quelle sulla disoccupazione
di Redazione

Come spiega l’Istat nel comunicato stampa che accompagna l’ultima Nota mensile, l’economia italiana “mantiene un profilo espansivo”, riflettendo il quadro economico internazionale. Eppure non manca qualche segnale che, nonostante i progressi, ancora oggi appare “disturbante”.

Nella nota, infatti, l’Istituto ricorda che nel quarto trimestre i consumi hanno contribuito alla crescita del Pil per appena un decimo di punto, mentre sono andati meglio gli investimenti (con un +0,3%) e la domanda estera netta (+0,3%). Seppure in aumento, gli investimenti fissi lordi (+1,7% rispetto al trimestre precedente) riportano comunque un forte rallentamento rispetto al +3,2% registrato al termine del terzo trimestre del 2017. Di conseguenza anche la crescita del Pil è apparsa più lieve: +0,3% contro il +0,4% registrato nei trimestri centrali dell’anno trascorso. Segnali altalenanti continuano ad arrivare dall’inflazione. L’indicatore – su cui, a livello europeo, si concentrano le attenzioni della Banca centrale europea per decidere le prossime mosse di politica monetaria – non solo rimane ancora lontano dal target del 2% fissato dal Consiglio direttivo di Francoforte, ma dopo tre mesi di stabilità si è addirittura indebolito, rallentando dello 0,3% rispetto alla media del trimestre novembre-gennaio. Tutto sommato, andamenti altalenanti a parte, l’Istat appare ottimista, sottolineando come l’indicatore anticipatore rimanga “stabile su livelli elevati confermando, per i prossimi mesi, il mantenimento di uno scenario macroeconomico favorevole”. Chi però è poco ottimista sono i consumatori: le ultime rilevazioni relative all’indice di fiducia hanno evidenziato un peggioramento delle attese sulla situazione economica. In peggioramento anche le attese sulla disoccupazione (nel trimestre novembre-gennaio la disoccupazione è diminuita, ma il tasso di inattività ha registrato un +0,1%).

 

Scrivi una replica

News

Alimentare, cresce il “Made in Italy”

Secondo l’analisi del Centro Studi CoMar, «le società italiane del settore alimentare-bevande sono, sempre più, un punto di forza dell’economia Italiana: sono 227 le aziende…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Stipendio medio cala a 13,9 euro all’ora»

«La retribuzione oraria media delle posizioni lavorative riferite ai dipendenti del settore privato (misurata dal registro statistico RACLI) è stata di 13,80 euro nel 2014,…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Reddito e pensioni restano»

«Reddito di cittadinanza e pensioni restano ma le misure tecnicamente richiederanno qualche mese per essere realizzate. La manovra non verrà rivoluzionata. La manovra non verà…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ue: «Contrari alla riapertura dei negoziati»

«Ci sono stati lunghi negoziati per questa intesa sulla Brexit, sulle possibili relazioni future, e sulla questione dei confini irlandesi. Quella sul tavolo è la…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia