Le misure contro la povertà per le famiglie | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le misure contro la povertà per le famiglie

Le misure per il contrasto alla povertà, che comprendono anche il Rei entrato in vigore il 1° gennaio 2018, hanno coinvolto nei primi tre mesi dell’anno circa 251 mila famiglie
di Redazione

L’Inps e il Ministero del Lavoro presentano l’Osservatorio statistico sul Reddito di inclusione, secondo cui le misure per il contrasto alla povertà, che comprendono anche il Rei entrato in vigore il 1° gennaio 2018, hanno coinvolto nei primi tre mesi dell’anno circa 251 mila famiglie, ovvero 870 mila persone, coprendo il 50% della potenziale platea, che da luglio salirà a 2,5 milioni di beneficiari. In particolar modo secondo l’Osservatorio le persone beneficiarie dei Rei sono state 316.693, circa 110 mila famiglie composte mediamente da tre persone – anche se l’11% sono rappresentate da famiglie con un solo componente -, mentre quelle che hanno goduto del Sostegno di inclusione attiva sono state 47.868, ovvero 119 mila nuclei familiari con una media di quattro componenti.

Per quanto riguarda la composizione interna, sono 57 mila i nuclei con minore che ricorrono alla misura, mentre 21.500 le famiglie con disabili. Secondo l’analisi sette beneficiari su 10 provengono dal Sud Italia, con picchi di richieste in Campania, Sicilia e Calabria, dove gli importi del Rei sono mediamente più alti che al Nord e arrivano a 328 euro mensili, mentre raggiungono il minimo di 225 euro in Valle d’Aosta. Già a inizio anno si poteva prevedere una distribuzione dei beneficiari sul territorio, infatti tra il 1° dicembre 2017 e il 2 gennaio 2018, il maggior numero di richieste si è registrato in Campania, con 16.686 domande presentate, il 22% del totale, in Sicilia, con 16.366 ovvero 21,4%, e in Calabria, con 10.606 richieste, 14%, di contro alle 5 mila provenienti da Lombardia e Lazio e perfino nessuna richiesta nella Provincia Autonoma di Trento e in Puglia – dove è stata inserita una misura integrativa simile al livello regionale.

 

Scrivi una replica

News

Trattativa Stato-mafia: condannati gli ex vertici del Ros, assolto Nicola Mancino

Gli ex vertici del Ros, Mario Mori, Antonio Subranni e Giuseppe De Donno, l’ex senatore Marcello Dell’Utri, Massimo Ciancimino e i boss mafiosi Bagarella e…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Casellati: «Il capo dello Stato ha deciso di prendersi due giorni di riflessione»

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha deciso di prendersi due giorni di riflessione. Lo ha riferito la presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, dopo…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Berlusconi: «Nessun accordo è possibile con i 5 Stelle»

«Nessun accordo è possibile con i 5 Stelle, un partito che non conosce l’ABC della democrazia, che prova invidia sociale, formato solo da disoccupati, e…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Casellati: «Da consultazioni spunti di riflessione politica»

«Da consultazioni spunti di riflessione politica». Lo ha detto la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, intervenendo dal Quirinale. «Mattarella saprà individuare il percorso…

20 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia