Gli scenari all’indomani delle elezioni politiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli scenari all’indomani delle elezioni politiche

Con le consultazioni al Quirinale ancora in corso, quali sono gli eventuali governi (Lega-M5S, Centodestra-M5S…) maggiormente graditi agli italiani e quali sono le forze politiche che potrebbero trarre beneficio dal ritorno alle urne
di Redazione

La metà degli elettori del Movimento 5 Stelle e della Lega – rispettivamente il 56 e il 55% – è favorevole a un governo M5S-Lega. Questo è quanto emerge dall’ultimo sondaggio dell’Istituto di ricerca Tecnè condotto per Matrix: la rilevazione ha coinvolto 998 italiani maggiorenni. Un esecutivo giallo-verde piacerebbe molto meno a chi ha votato Forza Italia e il Partito democratico, con i primi che preferirebbero un governo Centrodestra-M5S (50% degli elettori di FI) o un esecutivo M5S-Pd-Leu (34% tra quanti hanno dato la preferenza al Pd alle ultime elezioni). Un governo M5S-Centrodestra non trova grande gradimento tra gli elettori del M5S (4%) e della Lega (25%). Un eventuale governo tecnico sarebbe gradito solo agli elettori del Partito democratico (39%) mentre tra i sostenitori delle altre formazioni politiche non si supera il 6%. Basse sono le percentuali di quanti hanno dichiarato che preferirebbero tornare alle urne: il 14% tra gli elettori del M5S, il 10% tra quelli della Lega, il 5% tra quelli di Forza Italia e il 4% tra chi ha votato il Pd.

Se si votasse oggi, gli unici a guadagnare qualche consenso in più rispetto alle elezioni del 4 marzo sarebbero Movimento 5 Stelle e la Lega: i primi otterrebbero il 34% delle preferenze (contro il 32,7% delle politiche) mentre i secondi raggiungerebbero il 19,8% (contro il 17,4%). In leggero calo Pd – i dem passerebbero dal 18,7 al 18,5% (-0,2%) – e Forza Italia, dal 14 al 13,2%. Meno bene andrebbe anche a Fratelli d’Italia, in discesa dal 4,3 al 3,9%, Liberi e Uguali, dal 3,4 al 2,4%, e +Europa, dal 2,6 all’1,9% delle preferenze. L’area che comprende quanti si sono dichiarati indecisi o si asterrebbero dal voto raggiungerebbe il 34,1%.

NOTA METODOLOGICA
Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica.
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Numerosità del campione: 998 casi [totale contatti 3.936 (100,0%) – rispondenti 998 (25,4%) – Rifiuti/Sostituzioni 2.938 (74,6%)]
Metodo di rilevazione: CATI-CAMI-CAWI
Margine di errore: +/- 3,1% (sui risultati a livello dell’intero campione)
Data di effettuazione delle interviste: 3 aprile 2018
Committente: RTI-Matrix
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè S.r.l.
Il documento completo è disponibile sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

1 Commento per “Gli scenari all’indomani delle elezioni politiche”

  1. […] Potete trovare l’articolo originale di pubblicazione cliccando qui. […]

Scrivi una replica

News

Pensioni, Di Maio: «L’Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano»

«L’OCSE non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il governo democraticamente legittimato sta portando avanti. Il superamento della legge Fornero è nel…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, vertice straordinario il 17 e il 18 novembre

Il vertice straordinario sulla Brexit si terrà il 17 e il 18 novembre. Lo riferisce l’agenzia di stampa ANSA, citando «fonti europee». Ieri, mercoledì 19…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Nessun problema sul decreto sicurezza e immigrazione: lunedì in Cdm»

«Sul decreto migrazione non c’è nessun problema: il Cdm slitta perché fare la riunione senza premier e vicepremier mi sembrava di votarmi da solo il…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pensioni, Ocse: «Importante non disfare la riforma Fornero»

«Quando parliamo di riforma delle pensioni, penso sia importante non disfare la riforma Fornero». Lo ha detto la capoeconomista dell’OCSE, Laurence Boone, replicando a una…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia