Sondaggio Tecnè. Gli scenari all’indomani delle elezioni politiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sondaggio Tecnè. Gli scenari all’indomani delle elezioni politiche

A poco più di due mesi dal voto, si conferma il trend: cresce solo la Lega mentre perdono consensi M5S e Partito democratico. Così il sondaggio Tecnè per Tgcom24 del 7 maggio
di Redazione

Se si votasse oggi, si confermerebbe il trend che vede la Lega essere l’unica forza politica ad uscire rafforzata dal voto del 4 marzo. Questo è quanto emerge dall’ultimo sondaggio dell’Istituto di ricerca Tecnè condotto per Tgcom24: la rilevazione ha coinvolto 1.500 italiani maggiorenni. Il 22,3% del campione ha dichiarato che voterebbe per il partito guidato da Matteo Salvini, in crescita dal 17,4% ottenuto il 4 marzo. In calo Movimento 5 Stelle, Partito democratico e Forza Italia. Al M5S andrebbe il 32,1% delle preferenze: alle scorse elezioni ne ha conquistate il 32,7%. Lo stesso vale per il PD – i dem passerebbero al 17,7% contro il 18,7% delle precedenti politiche – e Forza Italia, da 14 a 13% (risalendo, però, rispetto all’ultima rilevazione). L’area dell’astensione e degli indecisi si attesterebbe al 37,9%.

Sommando i voti ottenuti dalle varie componenti, il centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) supererebbe la soglia del 40%, raggiungendo il 40,3% contro il 37% ottenuto alle politiche. In calo il centrosinistra, adesso al 20% (dal 22,8%). Il centrodestra vedrebbe crescere i consensi al Nord e, seppure in modo meno evidente, anche al Centro e al Sud. Il M5S li vedrebbe invece calare ovunque, fatta eccezione per un lieve incremento al Centro.

Far uscire l’Italia dall’euro, al netto delle più che complicate procedure per mettere in pratica tale proposta, è un tema tornato in auge in questi ultimi giorni dopo la richiesta di un referendum, in questo senso, di Beppe Grillo. Il 55% degli intervistati, però, si dichiarano contrari, solo il 31% favorevoli (14% non sa). Anche tra quanti dichiarano il voto al M5S, prevale chi si dice contrario (49%).

NOTA METODOLOGICA
Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica.
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Numerosità del campione: 1.500 casi [totale contatti 5.581 (100,0%)– rispondenti 1.500 (26,1%) – Rifiuti/Sostituzioni 4.081 (73,9%)]
Metodo di rilevazione: CATI-CAMI-CAWI
Margine di errore: +/- 2,5% (sui risultati a livello dell’intero campione)
Data di effettuazione delle interviste: 5-6 maggio 2018
Committente: RTI-Tgcom24
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè S.r.l.
Il documento completo è disponibile sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia