Quando gli italiani chiedono un prestito per le vacanze | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quando gli italiani chiedono un prestito per le vacanze

Secondo le stime di Facile.it e Prestiti.it, nel 2017 è di oltre 98 milioni di euro il valore dei prestiti personali erogati per pagare viaggi e vacanze. Si abbassa l'età media dei richiedenti, un dato positivo secondo chi ha condotto l'indagine
di Redazione

Secondo un’indagine condotta da Facile.it e Prestiti.it, nel 2017 gli italiani hanno chiesto prestiti per un valore complessivo di 98 milioni di euro per finanziare viaggi e vacanze. Dal campione delle 110mila domande di prestiti fatte tra il primo gennaio 2017 e il 31 marzo 2018, emerge che gli italiani hanno chiesto in media 4.140 euro da restituire in rate per 39 mesi, ma già per i primi mesi del 2018 si evidenzia un trend in crescita, con una richiesta media aumentata del 15,6%, e pari a 4.787 euro.

Dai dati emerge che nel 2017 si è abbassata l’età media dei richiedenti prestito: se nel 2016 era 40 anni, al momento della rilevazione risulta essere di 37 e mezzo, grazie al consistente aumento di richieste degli under 30. Queste infatti rappresentano il 32,8% del totale, rispetto al 15,4% di domande individuate nella scorsa rilevazione, contro il 28,6% dei 30-39enni e il 22,7% di quelli tra i 40 e 49 anni. Secondo Facile.it l’aumento registrato tra i giovani è un indicatore positivo, sintomatico di condizioni lavorative positive e di fiducia considerato l’obbligo di fornire una garanzia, che derivi dalla stabilità occupazionale propria o del garante, al momento della presentazione della richiesta. L’identikit di colui che richiede un prestito per finanziare viaggi è quello di un uomo (nel 75% dei casi), dipendente privato (il 77% delle volte, mentre nel 12% dei casi è un lavoratore autonomo o libero professionista), con uno stipendio medio di 1.518 euro. Le richieste di quest’anno andranno a finanziare le vacanze estive per le quali il report stilato da Tripadvisor ha già classificato le destinazioni più gettonate. Il Summer Vacation Value Report 2018, sulla base delle ricerche e delle prenotazioni fatte dai suoi utenti, ha confermato come meta nazionale preferita l’Isola d’Elba, seguita da Ugento, in Puglia, e Rimini, in Emilia, queste sono anche le regioni che nella top ten vedono classificate più località, rispettivamente tre e due città. Per quel che riguarda le mete estere, anche in questo caso le località di mare sono le più apprezzate, sul podio infatti Santorini, Ibiza e Creta. Si trovano in fondo alla classifica invece New York, Londra e Parigi, rispettivamente settima, ottava e nona.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia