Di Maio: «Il primo decreto si chiamerà “decreto dignità”» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Di Maio: «Il primo decreto si chiamerà “decreto dignità”»

Si chiamerà «decreto dignità», il primo decreto del neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, e si baserà su quattro punti fondamentali: Imprese, e quindi eliminare tutte quelle cose come lo spesometro, redditometro e studi di settore. Delocalizzazioni, vale a dire che chi prende soldi dallo stato non può andare all’estero. Lotta alla precarietà e gioco d’azzardo, evitando di pubblicizzarlo. «Nella legge di bilancio di quest’anno si dovrà avviare il fondo per il reddito di cittadinanza», ha detto Di Maio ai microfoni di Rtl. «Stiamo per approvare il taglio ai vitalizi degli ex parlamentari – ha aggiunto il ministro – iniziamo da un atto interno alla Camera e poi trasferiamo lo stesso principio per le pensioni sopra i 5.000 euro netti per tutti coloro che non hanno versato i contributi ma hanno una pensione d’oro e quindi devono avere un a pensione per i contributi che hanno versato».

 

Scrivi una replica

News

Istat: «Pil al Nord in crescita dell’1,8%. Al sud dell’1,4%»

«Le stime preliminari indicano che nel 2017 il Prodotto interno lordo, a valori concatenati, ha registrato una crescita superiore alla media nazionale nel Nord-ovest e…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nigeria, scontri in villaggi: 86 le vittime

Gli scontri avvenuti in vari villaggi della Nigeria, tra agricoltori e pastori, ha provocato la morte di 86 persone. Il presidente Muhammadu Buhari ha lanciato…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Ifo in calo a 101,8 punti a giugno

Cala la fiducia delle imprese tedesche nel mese di giugno. Infatti, il dato è sceso a 101,8 punti dai 102,3 di maggio. Si tratta del…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Turchia, ennesimo trionfo per Erdogan

Recep Tayyip Erdogan ha vinto nuovamente le elezioni in Turchia. Il presidente uscente ha ottenuto il 52,5% dei voti. «La competizione non è stata equa,…

25 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia