Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù»

Il 2% del rapporto deficit-PIL nel 2019 «non è un tabù ma sia chiaro che voglio affrontare questo tema con la massima responsabilità». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, intervenendo nel corso della trasmissione radiofonica Circo Massimo, in onda su Radio Capital. «Si sta discutendo» per fare «più dell’1,6% di deficit-PIL», ma «non è una sfida a fare deficit ma una sfida a mantenere le promesse per un paese migliore», ha precisato.

 

Scrivi una replica

News

Europee, Moavero: «L’immigrazione è la priorità futura dell’Unione europea»

«A mio parere» l’Europa del dopo voto dovrà affrontare «cinque priorità: la prima inevitabilmente, lo dico da italiano e da europeo e da cittadino del…

23 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Nostro obiettivo è fare terra bruciata alla mafia»

«Il nostro obiettivo è chiaro: fare terra bruciata alla mafia». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo nell’aula bunker dell’Ucciardone, a Palermo,…

23 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, a maggio indice Ifo in calo rispetto ad aprile

A maggio 2019, l’indice Ifo, che misura la fiducia delle imprese in Germania, è sceso a 97,9 dai 99,2 registrati ad aprile. Si tratta di…

23 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Consumi, rispetto al 2011 persi 60 miliardi di spesa

Negli ultimi otto anni il mercato interno italiano ha perso 60 miliardi di euro di spesa. È il dato allarmante sui consumi esposto oggi da…

23 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia