Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù»

Il 2% del rapporto deficit-PIL nel 2019 «non è un tabù ma sia chiaro che voglio affrontare questo tema con la massima responsabilità». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, intervenendo nel corso della trasmissione radiofonica Circo Massimo, in onda su Radio Capital. «Si sta discutendo» per fare «più dell’1,6% di deficit-PIL», ma «non è una sfida a fare deficit ma una sfida a mantenere le promesse per un paese migliore», ha precisato.

 

Scrivi una replica

News

Petrolio: Wti a 68,78 dollari al barile e Brent a 79,45 dollari

All’avvio dei mercati il greggio texano Wti è stato scambiato a 68,78 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 79,45 dollari.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 331 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 331 punti.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «La esamineremo senza alcun pregiudizio verso l’Italia»

La Commissione europea esaminerà il progetto di bilancio del governo italiano, presentato dal premier Giuseppe Conte «con passione», senza «alcun pregiudizio negativo. Sarà esaminato con…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Merkel: «L’Italia deve avere un dialogo con la Commissione Ue»

«Ho sottolineato con Conte che l’Italia deve avere un dialogo con la Commissione Ue» sulla manovra. Lo ha detto la cancelliera tedesca, Angela Merkel, intervenendo…

18 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia