Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Conti pubblici, Di Maio: «Il 2% del rapporto deficit-Pil non è tabù»

Il 2% del rapporto deficit-PIL nel 2019 «non è un tabù ma sia chiaro che voglio affrontare questo tema con la massima responsabilità». Lo ha detto il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, intervenendo nel corso della trasmissione radiofonica Circo Massimo, in onda su Radio Capital. «Si sta discutendo» per fare «più dell’1,6% di deficit-PIL», ma «non è una sfida a fare deficit ma una sfida a mantenere le promesse per un paese migliore», ha precisato.

 

Scrivi una replica

News

Conte: «Non riteniamo necessaria alcuna manovra correttiva»

«Non riteniamo necessaria alcuna manovra correttiva, dobbiamo solo continuare nel razionale ed efficace utilizzo delle risorse già stanziate». Lo ha detto il presidente del Consiglio,…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato immobiliare, nel terzo trimestre 2018 compravendite in calo su base trimestrale

«Nel terzo trimestre 2018 le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (175.102) diminuiscono dello…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Bruxelles: «Non abbiamo preso ancora nessuna decisione sui conti pubblici italiani»

 «Non abbiamo discusso» dei “country report”, «non abbiamo preso nessuna decisione» sui conti pubblici italiani. Lo ha detto il portavoce del presidente della Commissione europea,…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tav, Salvini: «Risparmiare dove si può e andare avanti»

«La TAV? L’obiettivo è rivedere il progetto, risparmiare dove si può risparmiare e andare avanti». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervenendo al…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia