Gli italiani online, lo smartphone scalza il pc | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli italiani online, lo smartphone scalza il pc

Ad agosto 2018 sono stati 41,7 milioni, trascorrendo la maggior parte del tempo utilizzando le app (Whatsapp, Facebook, Youtube…)
di Redazione

Quanti italiani usano internet? Quanto tempo passano navigando nella rete? E da quale device si collegano? L’Audiweb ha dato una risposta a tutte queste domande, servendosi di una nuova metodologia Audiweb 2.0. È emerso così che ad agosto, nel giorno medio, hanno navigato 32,2 milioni di utenti unici, pari al 53,2% della popolazione con più di 2 anni. Lo hanno fatto complessivamente per 2 ore e 52 minuti per persona. Se si considerano quanti italiani con più di 2 anni hanno navigato «almeno una volta», il numero sale a 41,7 milioni. I quali hanno trascorso su internet 68 ore e 39 minuti a persona. Tradotto: circa 2 giorni e 20 ore complessive.

Dall’indagine emerge un altro dato interessante. Quello relativo alla tipologia di device utilizzato: lo smartphone ha scalzato il computer. Ad agosto hanno navigato da un pc 28,2 milioni di persone – pari al 46,7% della popolazione con oltre due anni –, 8,8 milioni si sono serviti di un tablet e 34,1 milioni uno smartphone. Gran parte del tempo trascorso online è generato dalla fruizione da smartphone che arriva a una media di 2 ore e 39 minuti al giorno e di 65 ore e 44 minuti mensili per persona.

Una volta online, cosa fanno gli italiani? Un’indagine di Comscore rivela che «in termini di tempo speso, 2 minuti su 3 (il 74% per la fascia d’età 18-24) sono trascorsi su dispositivi mobili di cui l’88% su App. I primi cinque posti nel ranking delle app mobile a cui si dedica la maggior quantità di tempo sono occupate da Whatsapp, Facebook, YouTube, Google Search e Instagram, e rappresentano complessivamente il 68% della quota di tempo speso sul totale delle prime 100 app».

Secondo l’indice DESI – l’indice è elaborato dalla Commissione europea e misura la digitalizzazione dell’economia e della società –, «l’Italia non è riuscita a fare progressi nella classifica riguardante l’utilizzo di Internet, confermandosi al penultimo posto». La relazione dedicata al nostro Paese scende poi nel dettaglio, spiegando che «l’utilizzo di servizi online come shopping online, eBanking e social network ha segnato un lieve aumento».

Hanno fatto acquisti online il 44% degli individui che hanno utilizzato internet nel corso degli ultimi 12 mesi, in crescita del 3% rispetto all’anno precedente ma al di sotto della media Ue (68%). Il 43% (+1%) si è servito dei servizi bancari (nell’Ue la media è del 61%) e il 61% ha utilizzato i social network (contro il 65% registrato nell’Unione europea). «La lettura delle notizie online si colloca al di sotto della media UE (56 contro 72%, ndr), probabilmente come conseguenza del crescente utilizzo di servizi a pagamento da parte dei media». Infine, «l’utilizzo di chiamate e videochiamate ha subito un incremento, sia pure a un ritmo ridotto rispetto alla media UE».

 

Scrivi una replica

News

Giappone, sale a 33 il numero dei morti per l’incendio al Kyoto Animation

Sale a 33 il bilancio dei morti dell’incendio appiccato oggi agli studi della Kyoto Animation. 36 i feriti, molti dei quali gravi condizioni. Non ci…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Concorrenza sleale, da Antitrust Ue multa a Qualcomm

L’Antitrust dell’Unione europea ha deciso di comminare una multa di 242 milioni di euro a Qualcomm – primo produttore al mondo di chip – per…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Immobiliare, Nomisma: prezzi case “usate” in crescita per la prima volta dal 2007

Nel primo semestre del 2019 i prezzi delle abitazioni già esistenti è aumento dello 0,2%, mettendo a segno la prima crescita dal 2007. È quanto…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Editoria, è morto Luciano De Crescenzo

Luciano De Crescenzo – scrittore, regista e attore – è morto a Roma all’età di 90 anni. A dare conferma del decesso è stata la…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia