Al via il Black Friday, ma potrebbe essere più magro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al via il Black Friday, ma potrebbe essere più magro

Confesercenti stima un giro di affari di 1,3 miliardi di euro, in diminuzione del 13% rispetto al 2017
di Redazione

Il Black Friday è la giornata di super sconti ereditata dalla tradizione statunitense, che quest’anno sarà il 23 novembre, che come iniziativa si espande oltre i confini americani, anche se quest’anno convince poco l’Italia: Confesercenti stima infatti che il giro d’affari dell’iniziativa sia in diminuzione del 13%, e si fermerà a 1,3 miliardi di euro, rispetto all’1,5 miliardi dello scorso anno. Lo studio condotto da Confesercenti in collaborazione con SWG è il risultato di una doppia indagine che ha coinvolto sia esercenti che consumatori, ha messo in luce come il calo del fatturato sia dipeso da entrambe le parti in causa: da una parte è diminuita la percentuale dei consumatori che sicuramente compreranno in occasione degli sconti di venerdì che passa dal 37% del 2017 al 32%, corrispondente a poco più di 12 milioni di italiani. Nonostante risulti lievemente in aumento il budget che pensano di dedicare alle spese, 110 euro pro capire, il calo del fatturato potrebbe non essere compensato, mentre il 41%, non ha ancora indeciso se comprare o meno.

Anche da parte degli esercenti diminuisce l’attrattiva del Black Friday, saranno circa 180 mila i negozi che aderiranno agli sconti, circa il 27% del totale. Contestualmente i negozi fisici che quest’anno aderiscono appaiono meno convinti dello scorso anno poiché il 44% più “tradizionalista” sconterà i prodotti solo il venerdì, il 42% concentrerà le promozioni per tutto il weekend, mentre il 14% aderirà alla cosiddetta Black Week, mentre nel 2017 le percentuali erano rispettivamente 33, 42 e 25%.

Tra i negozianti che scelgono di scontare aumenta il numero di coloro che si basa sulla precedente esperienza andata bene e soprattutto di coloro che aderiscono perché «sembra che ci sia richiesta da parte del pubblico», percezione si può dire confermata in quanto i consumatori preferiscono, per il 45% dei casi, acquistare in negozi reali e fisici. I negozi che invece non aderiscono imputano come motivazione principalmente il fatto che non è un evento adatto (49%) e per il 35% spicca il pensiero che troppe promozioni, in particolare se così vicine al Natale, siano controproducenti. Un 16% ritiene che i negozi reali non possano partecipare, dato che il Black Friday è una tradizione connessa alla vendita online e, soprattutto, va considerato che in alcune Regioni vige il divieto di promozioni a 30 giorni dal Natale.

La tecnologia rimane il settore di acquisti più diffuso, di cui approfitta il 43% degli italiani. Seguono poi moda, per il 29%, elettrodomestici, 26%, prodotti e arredi per la casa ed infine viaggi, visto che le stesse compagnie aeree si mobilitano per l’occasione. A questi si aggiunge un 20% che è ancora incerto e deciderà dopo aver guardato le offerte.

 

Scrivi una replica

News

Nuova Zelanda, autore strage di Christchurch accusato formalmente di terrorismo

Brenton Tarrant – il 28enne australiano autore di una strage in una moschea e in un centro islamico di Christchurch, in Nuova Zelanda, uccidendo 51…

21 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Venezuela, si dimette ambasciatore in Italia

Iasaìas Rodriguez, ambasciatore del Venezuela in Italia, si è dimesso dal suo incarico, sostenendo di condividere la causa del presidente Nicolàas Maduro.…

21 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Indonesia, Widodo vince le presidenziali con il 55%

Il presidente indonesiano, Joko Widodo, ha ottenuto il secondo mandato grazie al successo, con il 55%, nelle elezioni presidenziali che si sono tenute lo scorso…

21 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iran: «Sostengo la diplomazia, ma al momento non è possibile con gli Usa»

«Sostengo il dialogo e la diplomazia, ma nelle attuali circostanze non lo accetto, perché la situazione odierna non è adatta al dialogo e la nostra…

21 Mag 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia