Manifatturiero, attività in contrazione a fine anno | T-Mag | il magazine di Tecnè

Manifatturiero, attività in contrazione a fine anno

Rallentano produzione e nuovi ordini, ma continua a crescere la manodopera, anche se al tasso più debole degli ultimi quattro anni
di Redazione

Per la fine del 2018 l’indicatore di IHS Markit ha evidenziato un nuovo rallentamento della produzione e dei nuovi ordini relativi al settore manifatturiero. Un indebolimento che ha interessato sia l’Italia che l’Eurozona in generale. In verità, l’indice PMI relativo al nostro paese è leggermente aumentato, da 48.6 a 49.2, mantenendosi però sotto la soglia dei 50 punti che delimitano una fase di contrazione da un periodo di espansione dell’attività.

Nella scheda sul settore manifatturiero del nostro Paese, la società londinese spiega che «peggiorano di nuovo le condizioni del settore manifatturiero italiano alla fine del 2018, con produzione e nuovi ordini che continuano a diminuire. Anche se le aziende hanno continuato a creare nuovi lavori, il tasso di incremento dei livelli occupazionali ha rallentato ai minimi in quattro anni. La fiducia delle aziende intanto ha toccato i minimi in sei anni. Sul fronte dei prezzi, il tasso di inflazione dei costi ha rallentato ai minimi da settembre 2016, e di conseguenza i prezzi alla vendita sono aumentati ad un ritmo più lento». Le uniche industrie ad aver riportato miglioramenti delle condizioni operative sono state quelle del settore dei beni di consumo, mentre le condizioni di beni d’investimento sono rimaste più o meno stabili. Nonostante lo stock di nuovi ordini sia diminuito per il quinto mese consecutivo (sia quelli nazionali che quelli esteri) le aziende manifatturiere hanno continuato ad incrementare i livelli della manodopera. Tuttavia, il tasso di creazione di posti lavoro è stato marginale ed ha comunque rallentato fino a toccare il livello più debole dell’attuale serie di incrementi che dura da quattro anni.

 

Scrivi una replica

News

Inail: «Nel 2018 704 morti sul lavoro»

Secondo il Rapporto dell’Inail, le morti accertate sul lavoro nel 2018 sono state 704, di cui 421 (circa il 60%) “fuori dall’azienda” a fronte di…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Putin e Trump terranno un colloquio il 28 giugno»

Il Cremlino ha reso noto che Vladimir Putin e Donald Trump sosterranno un incontro a Osaka il prossimo 28 giugno in occasione del G20.…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Khamenei:«L’Iran non farà passi indietro»

«L’Iran condanna gli Usa come il governo più malvagio del mondo, artefice di guerre e massacri. Non faremo passi indietro». Lo afferma Ali Khamenei, Guida…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, Theresa May lascerà l’incarico il 24 luglio

La premier britannica Theresa May, lascerà l’incarico il 24 luglio, mentre il giorno precedente verrà annunciato il nome del nuovo leader tory. A renderlo noto…

26 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia