Scuole superiori, scelte consapevoli per gli adolescenti? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Scuole superiori, scelte consapevoli per gli adolescenti?

Secondo un sondaggio ScuolaZoo l’84% degli studenti alla terza media ha già deciso quale istituto frequentare
di Redazione

Gennaio, per i ragazzi della terza media, è il mese in cui sono aperte le iscrizioni per le scuole superiori, prima scelta da fare per gli studenti che proiettano già in questa decisione il loro futuro. Secondo un sondaggio ScuolaZoo l’84% degli studenti ha già deciso quale scuola superiore frequentare: il più quotato rimane il liceo scientifico, a cui si iscriverà il 36% degli studenti, il 24% sceglierà uno degli istituti tecnici, il 13% il liceo linguistico, mentre il meno gettonato è il liceo classico che raggiunge l’11% delle preferenze.

Le percentuali non stupiscono dato che in un precedente sondaggio il Greco, lingua che si studia solo al liceo classico, appare essere la materia più odiata dagli studenti. In generale gli studenti di terza media, appartenenti alla Generazione Z si dimostrano responsabili e consapevoli nella scelta di quale istituto frequentare, decisione che avviene dopo aver ponderato i piani di studio offerti.

Dal sondaggio emerge che gli studenti si percepiscono autonomi nelle scelte, infatti solo il 7% dichiara di affidarsi completamente a quello che suggeriscono i propri genitori, ma la maggior parte preferisce scegliere in base alle proprie capacità e alle prospettive lavorative future,
e, proprio per questo motivo, il liceo scientifico compare come prima opzione, perché i ragazzi ritengono che le materie affrontate siano più adatte a preparare al mondo del lavoro.

La prospettiva lavorativa, però, non può essere la fonte principale per una decisione di questa portata poiché spesso i ragazzi, soprattutto così piccoli, non hanno idee chiare su quella che sarà la loro professione futura – anche a causa del sistema scolastico che poco prepara all’attività pratica – e perché nessuno – tantomeno loro – saprà come sarà il mercato del lavoro e il fabbisogno di figure professionali tra 5 o 10 anni (nel caso optino di proseguire gli studi fino alla laurea specialistica).

 

Scrivi una replica

News

Giappone, sale a 33 il numero dei morti per l’incendio al Kyoto Animation

Sale a 33 il bilancio dei morti dell’incendio appiccato oggi agli studi della Kyoto Animation. 36 i feriti, molti dei quali gravi condizioni. Non ci…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Concorrenza sleale, da Antitrust Ue multa a Qualcomm

L’Antitrust dell’Unione europea ha deciso di comminare una multa di 242 milioni di euro a Qualcomm – primo produttore al mondo di chip – per…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Immobiliare, Nomisma: prezzi case “usate” in crescita per la prima volta dal 2007

Nel primo semestre del 2019 i prezzi delle abitazioni già esistenti è aumento dello 0,2%, mettendo a segno la prima crescita dal 2007. È quanto…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Editoria, è morto Luciano De Crescenzo

Luciano De Crescenzo – scrittore, regista e attore – è morto a Roma all’età di 90 anni. A dare conferma del decesso è stata la…

18 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia