I cittadini e la fiducia nelle Istituzioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

I cittadini e la fiducia nelle Istituzioni

Aumenta l'apprezzamento, stando ai dati raccolti nel Rapporto Eurispes 2019: «Ritorno di fiamma per governo e Parlamento»
di Redazione

Aumenta il numero dei cittadini che esprimono fiducia nelle Istituzioni politiche: è quanto emerge dall’annuale Rapporto Italia dell’Eurispes, giunto alla sua 31esima edizione. Secondo l’indagine, che è andata ad approfondire uno dei temi tradizionali del rapporto, la fiducia nelle Istituzioni, oggi al 20,8% è in aumento rispetto allo scorso anno – quando era al 13% – e triplica rispetto al 7,7% registrato nel 2017. In particolar modo spicca l’aumento dell’apprezzamento nei confronti del Presidente della Repubblica, che dal 44% arriva al 55%, specie tra gli elettori del centrodestra e del Movimento 5 Stelle, per questi ultimi il consenso si mostra raddoppiato, fino a toccare quasi il 60%.

Per quanto riguarda il governo, il 36,7% del campione, oltre il 15% in più dello scorso anno, esprime “molta” o “abbastanza” fiducia nell’attuale governo, gli sfiduciati invece, pur rimanendo poco più della metà, diminuiscono notevolmente rispetto al 2018, in cui erano circa 8 su 10. In aumento anche le percentuali per Magistratura, al 46% – istituzione che dal 2004 non è mai scesa sotto il 30% – e Parlamento, che con quasi il 31% di fiduciosi raggiunge il suo picco massimo nella serie storica dal 2013.

La fiducia riservata all’Esecutivo poco coincide però con i livelli di fiducia che gli italiani nelle azioni future del Governo: solo il 26% è convinto delle capacità di risanare i conti pubblici, e il 30% crede che riuscirà a combattere la disoccupazione, ma 7 italiani su 10 credono che questo governo sia garanzia di unità e coesione per il paese.

Il ritrovato e diffuso clima di fiducia non investe solo le istituzioni politiche, infatti stando ai dati del rapporto il sentimento favorevole è confermato anche rispetto alle Forze dell’ordine: per i Carabinieri ribadiscono la fiducia 7 italiani su dieci, stabile anche la percentuale relativa alla Guardia di Finanza, che ottiene poco più del 68% di consenso, mentre cresce la fiducia per la Polizia di stato e per la Polizia Penitenziaria. Tra tutte le divise svetta il consenso per i Vigili del Fuoco, affidabili per oltre l’87% degli italiani.

In generale il consenso evidenziato nel Rapporto Eurispes si estende a tutti i tipi di istituzioni. Si registra, quindi, un incremento, anche se lieve, della fiducia dei cittadini nei confronti delle associazioni dei consumatori e in quelle degli imprenditori, nonché nei partiti, i quali con il 27,2% possono vantare il miglior risultato dal 2009. Le uniche istituzioni che invece evidenziano un calo di consensi sono la Chiesa, dal 52,6% al 49,3%, e i sindacati, la cui affidabilità passa dal 40% al 37.9%.

 

Scrivi una replica

News

Conti pubblici, l’Ecofin conferma che la procedura d’infrazione contro l’Italia è giustificata

La procedura d’infrazione per debito eccessivo contro il governo italiano è giustificata. Lo sostiene l’Ecofin, la riunione dei ministri delle Finanze dell’Eurozona. Lo ha reso…

14 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Caso Csm, Luca Lotti si è autosospeso dal Partito democratico

Il deputato Luca Lotti si è autosospeso dal Partito democratico, dopo il coinvolgimento nel caso Csm. Lo ha annunciato, pubblicando un lungo post su Facebook.…

14 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Un errore andare a elezioni anticipate in base a quello che dice l’Europa»

«Sarebbe un errore decidere di andare a elezioni anticipate in base a quello che dice l’Europa, ma non si va a elezioni anticipate solo se…

14 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Partito unico di centrodestra? Non è all’ordine del giorno»

La creazione di un partito unico del centrodestra «Non è all’ordine del giorno». Lo ha detto il ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini,…

14 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia