In crescita i reati e le truffe informatiche | T-Mag | il magazine di Tecnè

In crescita i reati e le truffe informatiche

In particolare, rileva l'Istat, il phishing ha riguardato il 7,7% delle persone, le quali hanno risposto a email false in cui si chiedevano credenziali
di Redazione

Nel periodo 2015-2016 l’Istat stima che il 10,2% dei cittadini sia stato vittima di reati nei 12 mesi precedenti l’indagine. Il 3,7% ha subito furti (come borseggi, furti di oggetti personali e scippi), l’1,6% reati violenti (aggressioni e rapine) e lo 0,9% minacce. Secondo le vittime nel 56,8% delle aggressioni e nel 27,3% delle rapine l’autore è italiano.

Dal report Istat emerge anche che circa il 5% dei cittadini ha subito truffe informatiche e clonazione delle carte bancarie. In particolare, il phishing ha riguardato il 7,7% delle persone, le quali hanno risposto a email false in cui si chiedevano credenziali; l’11,8% delle persone che comprano on line è stato vittima di una truffa; lo 0,6% di quanti utilizzano on-banking ha avuto perdite di denaro in operazioni bancarie on line. Tra i reati subiti dalle famiglie prevalgono quelli relativi ai veicoli (10,7%) e all’abitazione (5,6%). Gli inganni legati a contratti e forniture di servizi hanno coinvolto il 2% delle famiglie.

Rispetto alla precedente indagine (2008-2009), si stima un consistente incremento dei reati informatici, di furti in abitazione e di ingressi abusivi e, per quanto riguarda i veicoli, di furti di bicicletta – o di sue parti – e di moto. Al contrario diminuiscono i furti di oggetti personali e di automobili e ciclomotori (e delle loro parti). Nei reati contro gli individui la multi-vittimizzazione (ovvero l’esperienza ripetuta di subire lo stesso reato) è pari al 23,6%. È più frequente nel caso di reati violenti (il 28,6% di queste vittime ne ha subiti due o più) rispetto a quelli contro la proprietà (11,1%). Nel dettaglio, le minacce sono state subite più volte nel 38,5% dei casi, le aggressioni nel 21,4%.

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Qatar 2022, Platini in stato di fermo per l’assegnazione dei Mondiali di calcio

Secondo il sito francese Mediapart, l’ex presidente della Uefa, Michel Platini è in stato di fermo con l’accusa di corruzione per l’assegnazione dei Mondiali di…

18 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Egitto, morto l’ex presidente Morsi. Aveva 67 anni

Mohamed Morsi, ex presidente ed esponente della Fratellanza musulmana messa al bando in Egitto, ha perso la vita a 67 a causa di un infarto…

18 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ira, Usa: «Altri mille militari in Medio oriente»

Il Pentagono ha confermato che gli Stati Uniti invieranno ulteriori 1.000 soldati in Medio oriente. «La scelta è stata presa in seguito ai recenti attacchi…

18 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Qe ha ancora uno spazio considerevole»

«Il programma di acquisto di asset (il quantitative easing, ndr) ha ancora uno spazio considerevole. In assenza di un miglioramento, al punto che sia minacciato…

18 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia