La protesta dei pastori sardi contro il prezzo del latte | T-Mag | il magazine di Tecnè

La protesta dei pastori sardi contro il prezzo del latte

Un litro di latte viene pagato circa 60 centesimi al litro. La denuncia di Coldiretti: «Un’elemosina che non copre neanche i costi di allevamento e spinge alla chiusura 12 mila allevamenti»

Minacciare di bloccare i seggi elettorali in vista delle elezioni regionali in Sardegna del prossimo 24 febbraio: a tanto sono arrivati i pastori sardi, in protesta da alcuni giorni a causa del prezzo del latte ovino acquistato dalle aziende casearie a cifre ritenute troppo basse.

Sul tema è intervenuto il premier, Giuseppe Conte: «Da giorni i pastori sardi sono scesi in strada e stanno protestando contro i prezzi del latte. La loro protesta e le loro istanze non possono rimanere inascoltate. Occorre comprendere subito le loro ragioni». A quanto ammontano le cifre contestate dai pastori? Un litro di latte viene pagato circa 60 centesimi al litro, «una elemosina che non copre neanche i costi di allevamento e di alimentazione e spinge alla chiusura i 12 mila allevamenti presenti in Sardegna», è la denuncia di Coldiretti.

In Sardegna, spiega la Coldiretti, si trova il 40% delle pecore allevate in Italia che producono quasi tre milioni di quintali di latte destinato per il 60% alla produzione di pecorino romano (Dop), ma riconosciuti dall’Unione europea ci sono anche il Fiore Sardo Dop e il Pecorino Sardo Dop. Nello specifico, prosegue Coldiretti, la Sardegna è «nel Mediterraneo la terra in cui è più alta la concentrazione di pecore: quasi due ogni abitante, 2,6 milioni di animali per 1,5 milioni di persone con il risultato che le forme paesaggistiche dell’Isola dipendono dal fatto che ben il 70% del territorio è destinato al pascolo dal quale gli animali traggono alimento». Negli ultimi dieci anni, in Italia, è scomparso un milione di pecore «per colpa di scelte industriali irresponsabili».

 

1 Commento per “La protesta dei pastori sardi contro il prezzo del latte”

  1. […] per sensibilizzare le istituzioni sulla questione del latte sottopagato (di cui abbiamo scritto qui), gli agricoltori, spiega la Coldiretti, per protestare contro i ritardi nell’affrontare «la […]

Leave a Reply to Perché anche gli agricoltori protestano | T-Mag | il magazine di Tecnè

News

Travolta dai debiti, WeWork salvata da SoftBank

WeWork – start-up di coworking – potrà contare su un piano di salvataggio da 9,5 miliardi di dollari. A raccogliere i fondi è stato Softbank,…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «I curdi devono allontanarsi dal confine altrimenti i turchi li schiacciano»

«Gli Stati Uniti hanno tradito i curdi, che ora devono allontanarsi dal confine turco-siriano come prevede l’accordo raggiunto ieri da Mosca e Ankara, altrimenti saranno…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siria, Assad accetta la spartizione

Bashar Al Assad ha accettato l’accordo tra Russia e Turchia che riguarda la spartizione in aree di controllo e influenza tra truppe di Ankara e…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, si allungano i tempi. Ipotesi elezioni anticipate nel Regno Unito

L’uscita del Regno Unito dall’Unione europea potrebbe non avvenire il 31 ottobre, come da sempre auspicato dal premier britannico, Boris Johnson, ma soltanto in seguito.…

23 Ott 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia