Le condizioni di vita dei pensionati | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le condizioni di vita dei pensionati

Nel periodo 2016-2017 si confermano alcune tendenze, afferma l’Istat: la diminuzione di quelli che risultano occupati e la riduzione del divario reddituale
di Redazione

Quanti sono i pensionati in Italia? Alla domanda risponde l’Istat: con riferimento l’anno 2017, i pensionati sono 16 milioni (-23mila rispetto al 2016, -738mila rispetto al 2008) e percepiscono in media un reddito pensionistico lordo di 17.886 euro (+306 euro sull’anno precedente). Le donne sono il 52,5% e ricevono in media importi annui di quasi 6mila euro più bassi di quelli degli uomini. Le famiglie al cui interno ci sono pensionati sono meno a rischio povertà rispetto alle altre, tuttavia può crescere nei casi di pensionati che vivono soli. C’è dell’altro: nel biennio 2016-2017 si confermano alcune tendenze in atto da alcuni anni:, ovvero la progressiva diminuzione dei pensionati e dei percettori di pensione che risultano occupati e la riduzione del divario reddituale.

L’Istat registra un relativo miglioramento delle condizioni di
vita delle famiglie con pensionati rispetto a quelle
senza

Persistono alcune differenze, che in parte abbiamo già accennato, come quelle di genere, seppure in diminuzione: per le pensioni di vecchiaia +72,6% a favore degli uomini nel 2005, +62,1% nel 2016, +60% nel 2017). Continuano, invece, ad ampliarsi le differenze territoriali. L’importo medio delle pensioni nel Nord-est – osserva l’Istat – è del 20,7% più alto di quello nel Mezzogiorno (18,2% nel 2016, 8,8% nel 1983, primo anno per cui i dati sono disponibili).

Il cumulo di più trattamenti pensionistici sullo stesso beneficiario è meno frequente tra i pensionati di vecchiaia (riguarda il 28,2% dei pensionati), mentre è molto più diffuso tra i pensionati superstiti (67,4%), in grande maggioranza donne (86,5%). Continuano a scendere i percettori di pensione che risultano occupati (411mila nel 2017, da 432mila del 2016; -20,3% rispetto al 2011), uomini in tre casi su quattro. L’85% svolge un lavoro autonomo, i due terzi risiedono al Nord e quasi il 50% ha un titolo di studio superiore alla licenza media (è circa un quarto per il complesso dei pensionati).

Il reddito pensionistico netto dei pensionati residenti in Italia nel 2016 risulta in media pari a 14.567 euro annui (+1,8% rispetto al 2015). Si stima che siano oltre 12 milioni le famiglie con pensionati: nel 61,2% dei casi i trasferimenti pensionistici rappresentano oltre il 75% del reddito familiare disponibile e per il 22,7% delle famiglie l’unica fonte di reddito. Prosegue la riduzione del differenziale di reddito tra famiglie con e senza pensionati: era di circa duemila euro annui nel 2013 e nel 2014, di 1.400 nel 2015 e di 850 euro nel 2016 (30.998 euro il reddito medio della famiglie senza pensionati nel 2016).

Nel 2016, si diceva all’inizio, l’incidenza del rischio di povertà tra le famiglie con pensionati (pari al 16,4%) si conferma sensibilmente inferiore a quello delle altre famiglie (24%). Il rischio di povertà è relativamente più elevato tra i pensionati che vivono soli (22,3%) e nelle famiglie in cui il reddito del pensionato sostenta altri componenti adulti senza redditi da lavoro (35,5%).

(fonte: Istat)

 

Scrivi una replica

News

Ucraina si autosospende da Consiglio d’Europa

Dopo la decisione di riammettere la Russia al Consiglio d’Europa, la delegazione ucraina all’Assemblea parlamentare, ha deciso d’interrompere la partecipazione ai lavori dell’assemblea. Al Presidente…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nato: «Situazione Iran preoccupa»

«Preoccupa la situazione nel Golfo e le attività destabilizzanti dell’Iran, ma anche il suo programma missilistico e le attività sul nucleare». Lo ha affermato Jens…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Rohani: «Casa Bianca afflitta da ritardi mentali»

«La Casa Bianca è afflitta da ritardo mentale». Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, parlando in diretta tv in seguito alle nuove sanzioni…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Tra i nostri obiettivi c’è il taglio delle tasse»

«Il taglio delle tasse certamente fa parte dei nostri obiettivi. L’aumento dell’Iva dall’anno prossimo fa parte dell’attuale legge dello stato. Stiamo lavorando per evitarlo». Lo…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia