Il settore del lusso vale 247 miliardi di dollari | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il settore del lusso vale 247 miliardi di dollari

Se si guarda al solo segmento italiano, le nostre aziende valgono il 14% dei ricavi globali. I dati del Global Powers of Luxury Goods

di Redazione

I primi cento gruppi al mondo che operano nel settore del lusso hanno raggiunto nel 2017 i 247 miliardi di dollari, in crescita del 13,8%. Se si guarda al solo segmento italiano, le nostre aziende presenti nella “top 100” valgono il 14% dei ricavi globali, in aumento di due punti percentuali. Luxottica, unica italiana nella “top 10”, è passata al quinto posto, lasciando il passo a Kering (ma il dato è precedente alla fusione con Essilor del 2018). A dirlo è il Global Powers of Luxury Goods redatto annualmente da Deloitte.

Luxottica, Prada (21esima) e Giorgio Armani (26esima) sono le miglio aziende italiane per vendite in classifica, anche se Moncler registra un+20,9% di margine di profitto netto e Furla mette a segno il tasso di crescita di vendite più alto (+18,7%).

Ma anche nel settore del lusso cominciano a emergere aziende provenienti da paesi storicamente più ai margini. Ecco, così, che cresce l’influenza dell’Asia. Nello specifico, sono sei le società della regione Asia-Pacific nella classifica delle 20 che crescono più velocemente, mentre 20 si piazzano tra le prime cento per fatturato realizzato nel 2017. Il gruppo di Hong Kong della gioielleria Chow Tai Fook, ad esempio, è al nono posto con vendite per 7,6 miliardi di dollari, in aumento del 15,4% in termini tendenziali.

Non necessariamente si tratta di lusso, ma interessante è anche un’altra classifica, quella contenuta nel Randstad Employer Brand secondo cui le tre imprese più attrattive – nel senso di datori di lavoro – sono Ferrero (78,5%), Bmw (73,2%) e Automobili Lamborghini (72,6%). La ricerca è stata condotta in 32 paesi e ha riguardato 6.200 aziende a livello globale. Nel nostro paese sono state intervistate 7.700 persone tra i 18 e i 65 anni (occupati, studenti e non occupati che hanno risposto sui fattori che rendono un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre mille dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione).

 

Scrivi una replica

News

Libia, Moavero: «Ue si tenga pronta a intervenire in caso di eventuali flussi migratori»

«Nei giorni scorsi ho scritto alla Commissione europea che si tenga pronta all’azione nel caso si dovessero verificare flussi consistenti e improvvisi di migranti dalla…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Arabia Saudita, eseguite trentasette condanne a morte

Trentasette persone sono state condannate a morte, in Arabia Saudita. Le condanne sono state eseguite martedì, una delle quali per crocifissione. Il regime saudita ha…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Libia, Sarraj: «La Francia sostiene Haftar»

Il premier libico Fayez al-Sarraj ha accusato la Francia di sostenere il generale Khalifa Haftar. «Siamo sorpresi del fatto che la Francia non sostenga il…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Export in calo dello 0,4% a marzo»

«A marzo 2019 si stima una lieve flessione congiunturale per le esportazioni (-0,4%) e un contenuto aumento per le importazioni (+0,4%). La flessione congiunturale delle…

24 Apr 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia