Sipri: «Cresce ancora la spesa delle armi» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sipri: «Cresce ancora la spesa delle armi»

L’Istituto Internazionale di Stoccolma per le ricerche sulla pace (Sipri), ha reso noto nel rapporto annuale che la spesa nel settore degli armamenti a livello globale continua a crescere attestandosi al +2,6% nel 2018 rispetto al 2017 e +5,4% su bace decennale. «Tra il 2009 e il 2018 solo tre Paesi sui 15 che spendono di più segnano una diminuzione: gli Usa (-17%) che restano tuttavia saldamente in testa nella classifica, la Gran Bretagna (-17%) al 7/o posto e l’Italia (-14%) che sale nel 2018 all’11/o posto dal 14/o con 27,8 miliardi di dollari. Nello stesso periodo la crescita maggiore si registra per la Cina (+83%) e la Turchia (+65%), e Australia, Brasile, Canada, India, Russia (che per la prima volta esce dalla top5), Arabia Saudita e Corea del Sud (con una crescita stimata tra il 10 e il 40%)». Il rapporto conclude sottolineando che «l’unico Paese europeo nella top5 del 2018 è la Francia, con una spesa di 63,8 miliardi di euro. Al primo posto gli Usa, poi la Cina, l’Arabia Saudita e l’India».

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Trump torna a criticare la Fed: «Abbiamo chance di creare ricchezza e successo per Usa, non la rovini»

L’economia americana gode di ottima salute, eppure il presidente statunitense Donald Trump non ha mancato di criticare via Twitter l’operato della Fed, rea a suo…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Autonomia, Conte: «Avanti con le garanzie che ho sempre richiesto»

«Il disegno dell’Autonomia differenziata si sta realizzando con le garanzie che ho sempre richiesto, di realizzare un progetto previsto dalla Costituzione, ma senza che questo…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Grecia: scossa di magnitudo 5,3 ad Atene

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita oggi nella capitale della Grecia, Atene, e in tutta l’Attica. La magnitudo è stata stimata a 5,3.…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cigl: «I 40enni di oggi con un lavoro saltuario andranno in pensione dopo i 73 anni»

«I quarantenni di oggi, coloro che hanno iniziato a lavorare dopo il 1996 e ricadono nel contributivo puro, rischiano di non andare in pensione prima…

19 Lug 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia