Salute, «Succhi di frutta e bibite gassate aumentano il rischio di cancro» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Salute, «Succhi di frutta e bibite gassate aumentano il rischio di cancro»

Succhi di frutta e bibite gassate potrebbero aumentare il rischio di cancro. Lo sostiene uno studio dell’Università Sorbona di Parigi, pubblicato sul British Medical Journal. Secondo lo studio, che ha coinvolto oltre 100mila persone per cinque anni, è sufficiente bere 100 ml di bevanda zuccherina al giorno – pari a due lattine a settimana – perché aumenti del 18% il rischio di sviluppare un tumore. Dei 2.193 casi di cancro registrati durante la ricerca, i più frequenti sono stati quelli al seno (693), seguiti da quelli alla prostata (291) e al colon (166).

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Conte: «Ci sono le condizioni per proseguire lo stato d’emergenza dopo il 31 luglio»

«Ragionevolmente, ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio». Lo ha detto il presidente del Consiglio,…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la presidente ad interim della Bolivia è risultata positiva

La situazione continua ad essere preoccupante in America Latina e la presidente ad interim della Bolivia, Jeanine Anez, ha annunciato di essere risultata positiva ad…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Sud, trovato morto il sindaco di Seul

Un biglietto di scuse e di ringraziamento «a tutti coloro che hanno fatto parte della mia vita» è stato trovato nella residenza del sindaco di…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Nel 2020 il Pil italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%»

Nel 2020, il Prodotto interno lordo italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%, «in uno scenario di base, in cui si presuppone che la diffusione della pandemia…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia