Ebola, dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ebola, dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale

L’OMS precisa che la misura «riconosce il possibile aumento del rischio nazionale e regionale»

di Redazione

L’epidemia di Ebola ora copre un’area di 500 chilometri quadrati – per gran parte nella Repubblica Democratica del Congo – e da quando si è diffusa nell’agosto del 2018 ha infettato oltre 2.500 persone uccidendone quasi 1.700.

Per questo ieri (mercoledì 17 luglio) l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato lo stato di Emergenza Internazionale di Salute Pubblica. A far scattare l’allarme dell’OMS è stato anche l’arrivo per la prima volta dell’epidemia in una grande città. Si tratta di Goma, città congolese con oltre duecentomila abitanti al confine con il Rwanda, dove ieri è morto un pastore infettato e si contano altri 22 casi sospetti.

«C’è grande preoccupazione», spiega il Direttore del comitato Robert Steffen specificando però che l’epidemia in corso «non costituisce un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale», ma che la «dichiarazione (dello stato di Emergenza Internazionale ndr.) è una misura che riconosce il possibile aumento del rischio nazionale e regionale, e il bisogno di una azione coordinata e intensificata per gestirlo».

Sulla questione si è espresso anche il direttore generale dell’OMS Thedros Adhanom Ghebreyesus, il quale ha sottolineato che «nessun paese dovrebbe chiudere i propri confini o porre restrizioni ai viaggi o ai commerci. Queste misure sono implementate di solito in base alla paura e non hanno basi scientifiche». «È tempo che il mondo prenda coscienza e raddoppi gli sforzi. Dobbiamo lavorare insieme in solidarietà con il Congo per mettere fine all’epidemia e costruire un sistema sanitario migliore».

 

Scrivi una replica

News

Filippine, Duterte: «Il ritorno a scuola solo quando sarà disponibile un vaccino

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha reso noto che non farà tornare gli studenti a scuola fino a quando non sarà disponibile un vaccino contro…

26 Mag 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, oltre 98mila decessi negli Usa

Sono stati 532 i morti causati dal coronavirus negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore. Il decessi in totale dunque salgono a quota 98mila.…

26 Mag 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Lavoriamo per riaprire tutti i Paesi Ue il 15 giugno»

«L’Europa si sta organizzando per riaprire le porte al turismo. Non solo aeroporti liberi dal 3 giugno, ma frontiere a tutti gli effetti aperti il…

26 Mag 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gran Bretagna, si dimette il sottosegretario Ross

Il sottosegretario britannico al ministero per la Scozia, Douglas Ross, si è dimesso in seguito al caso Dominic Cumming, architetto della Brexit e potente consigliere…

26 Mag 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia