Aumentano gli affitti per gli universitari | T-Mag | il magazine di Tecnè

Aumentano gli affitti per gli universitari

Sul totale delle spese annuali la quota riservata all’affitto della casa è spesso maggiore anche di quelle delle rette universitarie

di Redazione

Agosto è il mese più intenso per gli studenti universitari che si riducono all’ultimo per cercare casa ed è quindi il periodo in cui si deve fare i conti con quella che sarà la spesa più consistente per uno studente fuori sede ovvero l’alloggio, o meglio la stanza, o un semplice posto letto. 

Sul totale delle spese annuali la quota riservata all’affitto della casa è spesso maggiore anche di quelle delle rette universitarie. Secondo una rilevazione effettuata da SoloAffitti, network specializzato nel settore immobiliare, gli affitti per studenti universitari continuano ad aumentare. Dopo un aumento del 4% registrato lo scorso anno, il costo delle camere singole è cresciuto del 6%, arrivando ad un valore medio di 312 euro al mese, contro i 293 dello scorso anno, mentre per un posto letto in doppia, si spendono mediamente 218 euro mensili.

Il sito effettua il calcolo considerando le sole città universitarie, e tra queste i canoni di affitto più alti si mostrano soprattutto nelle grandi città: Milano, dove una stanza singola arriva mediamente a 575 euro – contro i 563 del 2018 -, si riconferma ancora la più costosa con un aumento del 2%, e Roma che dopo una diminuzione nel 2018, quest’anno ha fatto registrare un aumento di circa 20 euro mensili, fino a 399 euro per una stanza singola. Anche se a far registrare gli aumenti maggiori sono: Torino in cui si pagano circa 360 euro al mese, 73 euro in più dell’anno scorso, Firenze in cui il costo, mediamente di 358 euro, è aumentato di 40 euro, e Genova e Pavia, che pur mantenendo un canone basso, di 300 euro per una singola, registrano un aumento rispettivamente di 50 e 75 euro mensili. In controtendenza rispetto all’andamento nazionale, e rispetto alle dimensioni della città, Napoli, in cui la spesa per una stanza singola è in media di 283 euro al mese, dato in diminuzione del 19% rispetto al 2018, così come quello registrato a Bari e Pescara, dove il canone non supera i 230 euro, circa il 6% in meno. L’aumento ha coinvolto anche le stanze doppie per le quali gli affitti sono cresciuti in media di 14 euro, con Milano che anche in questo caso resta la città più costosa, circa 395 euro a posto letto.

Per gli universitari il primo criterio di scelta della casa rimane la vicinanza con la facoltà, anche se, soprattutto quest’anno, gli studenti sono disposti a cedere sulla distanza per un alloggio a prezzo più conveniente, ma, comunque ben collegato con i mezzi. Tra i fattori che sottolineano una volontà maggiore di minimizzare le spese nell’ultimo anno, insieme alla richiesta di stanze doppie e di conseguenza di coinquilini, anche una drastica diminuzione della preferenza per case dotate di lavatrice e lavastoviglie e aria condizionata.

 

Scrivi una replica

News

Governo, Salvini: «Italia non perda tempo»

«Bella discussione, sono contento di essere a capo di una forza compatta. Abbiamo scelto di portare nelle case degli italiani le cose che non vanno,…

22 Ago 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Governo, Di Maio: «Non lasciamo la nave affondare»

«Non lasciamo la nave affondare, perché l’Italia siamo tutti, a dispetto degli interessi di parte». Lo ha detto il capo politico del Movimento 5 stelle,…

22 Ago 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa 2020, Sanders punta su clima: piano da 16 mld

Il candidato democratico alla Casa Bianca, Bernie Sanders Bernie Sanders punta sul clima e presenta un piano da 16.300 miliardi di dollari per combattere il…

22 Ago 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Huawei prima impresa privata della Cina

Con un fatturato di 721,2 miliardi di yuan (102 miliardi di dollari) nel 2018, Huawei si posiziona in vetta all’ultima classifica delle 500 maggiori imprese…

22 Ago 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia