La “voglia di stadio” degli italiani | T-Mag | il magazine di Tecnè

La “voglia di stadio” degli italiani

Quest’anno gli appassionati di calcio sono disposti a spendere di più: il 56% sborserebbe fino a 50 euro per il biglietto di una sola partita

di Redazione

Dopo l’estate 2018 in cui le vicende calcistiche della nazionale hanno fatto registrare un leggero calo di interesse per il mondo del calcio, il 2019 vede rinforzata la passione degli italiani. Secondo l’Osservatorio mensile Findomestic in collaborazione con Doxa, l’81% della popolazione tra i 18 e i 64 anni si dichiara interessato al pallone, tra questi il 19% ammette che il calcio rappresenta una vera passione, soprattutto tra i maschi per cui la quota arriva al 27%, mentre il 35% si definisce un tifoso occasionale e le donne che seguono solo le competizioni più importanti sono oltre il 40%. La passione è evidente anche nei più piccoli, infatti più della metà delle famiglie, circa il 56%, spende fino a 400 euro per la scuola calcio dei figli. L’attaccamento verso la propria squadra è dimostrato dai tifosi sia con l’acquisto di prodotti a tema – il 78% di coloro che nell’ultimo anno hanno comprato un gadget del club ha speso fino a 100 euro – che seguendo le giornate del campionato. 

Come lo scorso anno il 29% degli intervistati seguirà i match in televisione e il 18,6% guarderà le partite su siti di streaming gratuito, mentre aumenta per la stagione 2019/20, da 5,5% a 6,7%, la percentuale degli appassionati che si dicono intenzionati ad abbonarsi allo stadio e insieme a coloro che compreranno i biglietti per le singole partite la percentuale dei tifosi presenti allo stadio arriverebbe al 10%. Oltre ad aumentare di numero quest’anno gli appassionati sono disposti a spendere di più: il 56% degli intervistati spenderebbe fino a 50 euro per il biglietto di una sola partita, mentre – anche se il costo medio rimane stabile a 340 euro – cresce di due puti la percentuale di chi spenderebbe fino a 400 euro per l’abbonamento di tutto il campionato.

Al termine della prima giornata di campionato, i dati sull’interesse verso lo stadio sono confermati dagli effettivi abbonamenti sottoscritti dai tifosi per la stagione 2019/20.

La squadra più seguita, secondo gli ultimi dati, sarà l’Inter con 40 mila tessere già vendute, registrando il sold out in pochi giorni, a chiudere positivamente la campagna abbonamenti anche il Milan e la Juve che vedranno già occupati rispettivamente 30 mila e 27.700 posti. In calo invece gli abbonamenti dei tifosi romanisti che da oltre 23.800 tessere dello scorso anno scendono a circa 18.400, a cui segue per numero di abbonati la Lazio che invece ne registra 18 mila. Numeri simili, 17.890, sono quelli degli abbonamenti del Lecce, neopromossa, mentre sorprendono in negativo i tifosi del Napoli: nonostante il prezzo competitivo di quest’anno, secondo gli ultimi dati, solo novemila hanno scelto di abbonarsi. 

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Filippine di nuovo in lockdown

Le Filippine tornano nel secondo lockdown nazionale. Dopo l’impennata di casi di coronavirus, il presidente Rodrigo Duterte ha deciso di imporre nuove misure: chiusi i…

4 Ago 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Onu: «Scuole chiuse, catastrofe generazionale»

«Si rischia una catastrofe generazionale», lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, commentando la chiusura delle scuole in un videomessaggio pubblicato sul suo account Twitter.…

4 Ago 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

TikTok, Cina accusa gli Usa di “intimidazione”

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin ha accusato gli Stati Uniti di totale intimidazione dopo che il presidente Donald Trump ha fatto…

4 Ago 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «I patrioti indossano la mascherina»

«I patrioti indossano la mascherina». Lo ha scritto il presidente Donald Trump in un’email ai suoi fan, facendo così un deciso passo indietro riguardo la…

4 Ago 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia