Quanto spendono gli italiani per fare sport | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanto spendono gli italiani per fare sport

Secondo un’indagine Doxa, la spesa destinata alle attività sportive ammonta a 8,6 miliardi di euro

di Redazione

In occasione della settimana europea dello sport, iniziativa promossa dalla Commissione Europea per stimolare i cittadini ad una consapevole attività fisica, l’Eurostat ha reso noto quanto, nel 2017, gli stati membri hanno speso per attività ricreative e sportive. Secondo il rapporto i 28 paesi hanno speso in totale 51,3 miliardi di euro, dato che in percentuale è rimasto stabile sulla spesa pubblica totale dal 2004, anno di inizio della serie storica. 

Calcolando la spesa per abitante, i paesi che spendono di più sono Lussemburgo e Svezia, con 492 e 256 euro a cittadino, mentre gli stati europei in cui la spesa è minore sono Croazia e Bulgaria, i cui governi spendono rispettivamente 13 e 16 euro pro capite. 

L’Italia, pur non essendo tra le ultime posizioni, è comunque sotto la media Ue dei 100 euro pro capite.

Nonostante la spesa pubblica contenuta, l’attenzione, che gli italiani riservano all’attività fisica, è sempre maggiore, come dimostrano i dati su un settore in costante espansione.

Secondo l’ultimo rapporto Unioncamere, al 30 giugno 2019 gli operatori nel settore hanno raggiunto quota 23 mila, con un aumento rilevato di circa 5 mila imprese attive rispetto allo stesso periodo del 2014, quindi registrando un incremento del 23,9% di in cinque anni. 

La regione “più in forma” risulta essere la Lombardia, con 4 mila attività tra palestre e centri sportivi, seguita dal Lazio, dove Roma primeggia anche come provincia in termini di numerosità di attività a livello nazionale. Quello che si sottolinea, però, è soprattutto un aumento diffuso dei centri di fitness evidente anche nelle realtà provinciali minori: un esempio, nell’arco di cinque anni a Biella le strutture sportive sono più che raddoppiate, a Imperia e Vercelli sono aumentate rispettivamente del 49% e del 47,7%.

La crescita evidente del settore non si evince solo dall’aumento delle palestre e delle manifestazioni collegate, ma anche dalla maggiore attenzione che gli italiani hanno della cura del proprio corpo. 

Secondo il Primo Rapporto sull’Economia del Benessere realizzata da Doxa per Philips, quasi otto italiani su dieci fanno qualche tipo di attività fisica, quattro su 10 sono iscritti in palestra, mentre il 31% ha scaricato applicazioni per l’attività sportiva. A livello economico, sempre secondo l’indagine Doxa, la spesa destinata allo sport ammonta a 8,6 miliardi di euro, di cui 3,5 miliardi destinati all’iscrizione in palestre, piscine e corsi, 2,4 miliardi destinati all’acquisto di abbigliamento e attrezzature adeguate, mentre circa 900 milioni sono spesi per comprare app o altri strumenti tecnologici di supporto. 

Se da una parte si può notare che, tra gli adulti l’attività fisica può degenerare, soprattutto nel periodo precedente l’estate – come emerge da una ricerca di Nutrimente -, in una patologia, dall’altro lato in Italia un adolescente su cinque non pratica sport né alcune attività fisica e si contano circa 1,7 milioni di bambini e ragazzi tra i 6 e i 17 anni che hanno problemi di eccesso di peso.

 

Scrivi una replica

News

Fisco, accordo governo-sindacati sul taglio del cuneo per i lavoratori dipendenti

In occasione di una delle prossime riunioni del Consiglio dei ministri, sarà approvato il provvedimento di legge che prevede, dal 1° luglio 2020, di tagliare…

17 Gen 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cultura, il 25 marzo sarà la giornata nazionale dedicata a Dante

Il 25 marzo sarà la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri. A deciderlo è stato il Consiglio dei ministri su proposta del ministro per i…

17 Gen 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Caso Gregoretti, il 20 gennaio voto sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini

Il 20 gennaio un evento monopolizzerà la giornata: il voto della Giunta per le immunità del Senato che dovrà concedere (o meno) l’autorizzazione a procedere…

17 Gen 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Venezuela, il Guatemala interrompe le relazioni

Alejandro Giammattei, nuovo presidente del Guatemala, ha deciso di interrompere le relazioni con il Venezuela di Nicolas Maduro. Giammattei ha comunicato la sua scelta, per…

17 Gen 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia