Ex Ilva, Salvini: «Il governo dovrebbe tornare indietro e chiedere scusa» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ex Ilva, Salvini: «Il governo dovrebbe tornare indietro e chiedere scusa»

«Ex Ilva? Il governo dovrebbe tornare indietro e chiedere scusa. Mi sorprende la stupidità del governo». Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando, nel corso della trasmissione radiofonica, Barba & Capelli, in onda su Radio Crc, commentando la gestione del dossier Ilva da parte dell’esecutivo, dopo la decisione di ArcelorMittal di lasciare lo stabilimento siderurgico di Taranto.  «ArcelorMittal lo aveva già detto quando c’eravamo noi della Lega al governo, tanto che nel decreto arrivato in Aula lo scudo penale per l’azienda c’era. Prima di mettere a rischio il lavoro di decine di migliaia di operai uno ci deve pensare. Poi in Aula hanno messo la fiducia su un emendamento, che è passato col voto di Pd, M5s, Renzi e LeU. Hanno tolto la tutela penale per ArcelorMittal e adesso si stupiscono per la decisione dell’azienda», ha aggiunto Salvini.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Conte: «Ci sono le condizioni per proseguire lo stato d’emergenza dopo il 31 luglio»

«Ragionevolmente, ci sono le condizioni per proseguire lo stato di emergenza per il coronavirus dopo il 31 luglio». Lo ha detto il presidente del Consiglio,…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, la presidente ad interim della Bolivia è risultata positiva

La situazione continua ad essere preoccupante in America Latina e la presidente ad interim della Bolivia, Jeanine Anez, ha annunciato di essere risultata positiva ad…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Sud, trovato morto il sindaco di Seul

Un biglietto di scuse e di ringraziamento «a tutti coloro che hanno fatto parte della mia vita» è stato trovato nella residenza del sindaco di…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Nel 2020 il Pil italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%»

Nel 2020, il Prodotto interno lordo italiano dovrebbe contrarsi del 9,5%, «in uno scenario di base, in cui si presuppone che la diffusione della pandemia…

10 Lug 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia