Al Jazeera paga ancora l’anatema di Bush | T-Mag | il magazine di Tecnè

Al Jazeera paga ancora l’anatema di Bush

Evidentemente esportare la democrazia non è una cosa facile. Il tentativo ha avuto i suoi bravi costi in Medio Oriente. Ma ci sono delle attenuanti di concetto che vanno comunque sempre considerate, e la prima di queste spiega che non si può esportare anche ciò che non si ha.
Federico Rampini, in un interessante articolo apparso su Repubblica, evidenzia lo straordinario ruolo che ha assunto Al Jazeera, l’emittente satellitare finanziata dall’emiro del Qatar, nel corso della crisi egiziana. Le dirette fiume, con le telecamere puntate sui disordini, pare siano state assunte dalla Casa Bianca come principale fonte d’informazione sui fatti in corso. Peccato però, si legge sempre su Repubblica, che l’emittente sia ricevibile solo a Washington, mentre nel resto del Paese ci si deve accontentare dello streaming web.
Non c’è spazio nei palinsesti, si difendono i signori delle tv, nonostante l’emittente sia in grado di raggiungere ascolti per niente trascurabili.
Gli elogi dei colleghi americani però non mancano, eppure – spiega Rampini – l’anatema di Bush sulla diffusione dell’emittente in territorio americano sembra avere ancora il suo effetto.
Si converrà ch’è un dato curioso, specie se riferito al Paese del Primo emendamento nonché simbolo della ragion di mercato.

Qui l’intero articolo, di cui consigliamo vivamente la lettura.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia