L’io-ipertrofico si è ammalato | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’io-ipertrofico si è ammalato

di Carlo Buttaroni

Dopo averlo a lungo evocato, l’anno zero, alla fine, è arrivato. Si avverte l’assenza di valori, di costumi edificanti e ci si sente immersi in una società nascosta nel quale predominano gli spazi grigi e la notte della coscienza, dove si muovono figure oscure e si compiono delitti senza alcuna motivazione in un continuo superamento di limiti morali. D’altronde l’io-ipertrofico si è definitivamente ammalato. Troppo a lungo si è nutrito dei titoli di Borsa, del valore della conversione dell’etica in euro, dell’espansione verso nuovi mercati e nuovi individui. Per troppo tempo si è fermato a guardare l’ombra riflessa dalla fiamma della vanità, fissando insistentemente solo una parte della propria figura, quella che custodisce il profilo dell’individuo isolato, senza-comunità, ispirato da una divinità ingorda.
Ma è proprio da qui che può essere recuperato l’io-solidale capace di accrescersi e rafforzarsi in un sistema di valori e di solidarietà intelligente. Occorre, però, un “nuovo inizio”, dove il senso del “progetto” non sia solo nelle regole scritte, ma nel comune sentire di una civile appartenenza, che tragga forza dal desiderio di dirigersi non solo verso l’utile ma verso il bene della comunità.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia