Le città non sono rettangoli grigi | T-Mag | il magazine di Tecnè

Le città non sono rettangoli grigi

di Andrea Ferraretto

Città. In queste aree si giocherà la partita dello sviluppo e della creazione di nuove opportunità di lavoro: le aree metropolitane si espandono, concentrano una sempre maggiore quantità di persone e di imprese.
Dalla capacità di innovare e rendere competitive le città dipenderà l’occasione di rilanciare lo sviluppo. Vere occasioni di attrarre investimenti, diventando poli di ricerca e creando le occasioni per l’insediamento di imprese.
Uno degli elementi che giocherà a favore o a svantaggio delle città sarà la loro capacità di garantire la qualità della vita e l’efficienza delle attività economiche che vi si svolgono.
È superata la logica per cui le città sono solo dei rettangoli di edifici dove tutto è lasciato alla capacità individuale nell’organizzare i trasporti, le reti, gli scambi: una città metropolitana deve essere, innanzitutto, un luogo efficiente, dal punto di vista della possibilità di muoversi, spostarsi, fruire dello spazio e delle strutture.
Fino a oggi è stato fin troppo semplice scaricare sui cittadini i costi dell’inefficienza: trasporti pubblici insufficienti, quartieri privi di servizi, scarsa diffusione delle reti digitali. Una sorta di privatizzazione occulta dove il costo delle reti è sopportato dai singoli, cittadini e imprese.
Perché l’inefficienza ha un costo, sopportato dalla collettività: ha un costo perché i trasporti sono insufficienti, perché l’inquinamento produce danni e malattie, perché è più complicato sviluppare un’impresa, perché è difficile promuovere un prodotto turistico in un luogo congestionato e privo di servizi.
Ripensare le città come luoghi di sviluppo, basato sulla qualità, l’efficienza e l’innovazione. Rilanciare l’economia cogliendo la sfida dell’energia sostenibile, della creazione di reti intelligenti e di aree urbane dove vivere, lavorare, studiare o fare turismo significhi un’occasione di crescita e di competitività positiva.
Aree metropolitane dove il congestionamento di autoveicoli e l’inquinamento non siano una condanna inesorabile, dove la crescita delle zone edificate segue principi di compatibilità ambientale, salvaguardando le funzioni degli ecosistemi.
Sogno o realtà? In molte città questo sta già avvenendo e sono quelle aree dove concetti come “zero emission”, car sharing, smart grids, wi-fi, non sono fantascienza ma aspetti che caratterizzano la qualità dello sviluppo e del futuro di queste città.
Se le città crescono seguendo questa strada, crescono, con loro, le capacità di creare nuove opportunità di ricerca e di lavoro: le università diventano luoghi di sviluppo e di innovazione. Le nuove tecnologie per l’efficienza energetica, per la mobilità sostenibile, per l’economia digitale diventano altrettante occasioni per promuovere nuove imprese.
Ma anche qui serve cambiare marcia: significa capire che pianificazione e programmazione non sono fogli di carta lontani dalla realtà e dalla necessità di ripensare e riorganizzare la capacità di gestire e amministrare le città e i servizi.
Significa uscire da una logica di ciclo elettorale e innestare competenze e responsabilità coerenti con uno scenario di sviluppo che non è più legato alla semplice decisione amministrativa di edificare nuovi pezzi di città disinteressandosi del contesto urbanistico.

 

1 Commento per “Le città non sono rettangoli grigi”

  1. […] This post was mentioned on Twitter by tecneitalia, Fabio Germani. Fabio Germani said: Le città non sono rettangoli grigi | T-Mag http://t.co/njtg70Z […]

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, la Corte Suprema ha abolito la sentenza che garantiva il diritto all’aborto

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha abolito la sentenza Roe v. Wade con cui nel 1973 la stessa Corte aveva reso legale l’aborto negli…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Grazie alle misure che si stanno pensando, non vi sarà un’emergenza energetica in inverno»

«Le misure che si stanno pensando assicurano che non vi sia emergenza» energetica «durante l’inverno». Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo in conferenza…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Draghi: «Siamo impegnati a proteggere e sostenere il potere d’acquisto degli italiani»

«Nell’area dell’euro, soprattutto a causa dei prezzi dell’energia e dell’inflazione, le previsioni sono di un rallentamento un po’ in tutti i Paesi. Noi siamo impegnati…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Quarantacinque località balneari italiane premiate con le 5 Vele da Legambiente e il Touring Club Italiano

Quest’anno Legambiente e il Touring Club Italiano hanno assegnato 45 Vele ad altrettante località balneari italiane. La Sardegna, con sei comprensori a Cinque Vele, la…

24 Giu 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia