Tutti online. Sbarcano in rete le mamme 2.0 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Tutti online. Sbarcano in rete le mamme 2.0

di Alessia Acanfora

Essere mamma oggi significa fare i conti con il tempo. In una società che va sempre più veloce e in cui le risposte devono essere immediate non v’è quasi più spazio per la donna “angelo del focolare domestico”. E se ancora ne sopravvive un qualche esemplare porta il grembiule ma chatta su Msn, sceglie le sue ricette su Google, è iscritta a un forum di una community di mamme, legge i blog e si tiene in contatto con amici e parenti attraverso Facebook. “Internet ha permesso che le mamme non si trovassero più sole ad affrontare i piccoli e grandi problemi o ansie dell’attesa, del parto e della cura dei neonati e dei bambini”. A sostenerlo è Debora Cingano cofondatrice (insieme a Donatella Caione) della community tutta al femminile mammeonline.net. “Il web ha sostituito la forma antica del tramandare i saperi dalle donne “anziane” della famiglia verso le giovani madri. Le utenti della nostra community? Sono donne dai 25 ai 50 anni. Alcune cercano una maternità che non arriva e devono affrontare tecniche di procreazione assistita, altre hanno scelto di diventare madri attraverso l’adozione. Il gruppo più grande - continua -, è costituito da madri in attesa o da neomamme che si scambiano informazioni inerenti la maternità. La nostra - racconta Debora – è stata la prima community in Italia a vedere la luce, nel lontano 1998, quando intuimmo le infinite potenzialità della rete. Ora per restare al passo con i tempi ci stiamo aprendo anche verso le tematiche dell’adolescenza, E siccome le donne non sono solo mamme ci sono tantissimi forum che toccano un po’ tutti gli interessi delle nostre utenti: si parla di fotografia e hobbistica, si presentano libri e film, senza dimenticare la cucina, la moda e la bellezza”. Le mamme di oggi, dunque, le mamme “online” si dimostrano utenti evoluti e al passo con i tempi: usano Internet e sfruttano la rete globale per incontrarsi, confrontarsi e fare amicizia; sono inoltre attive scrittrici e lettrici con una voglia sfrenata di condividere esperienze ed emozioni, successi e insicurezze. Le mamme nella rete sono spesso lavoratrici precarie, raramente con maternità riconosciuta, con scarse possibilità di trovare lavori che si possano adattare alle loro esigenze attraverso orari flessibili. Ma a sfruttare le infinite risorse del web ci sono anche le classiche super mamme in carriera che coniugano responsabilità lavorative con quelle familiari oppure le appassionate di tecnologia che in molti casi iniziano a scrivere un blog per gioco e quel gioco diventa il loro lavoro principale. Così come è successo a Claudia Porta con lacasanellaprateria.com: “Ho tre figli nati in tre Paesi diversi - confida -. Ho iniziato a scrivere il mio blog per tenere aggiornati amici e parenti dopo la mia partenza dall’Italia. Ma quello che pubblicavo incuriosiva talmente la gente che gli accessi sono aumentati giorno dopo giorno e anche le richieste sulle mie creazioni. Da uno scherzo e passatempo sono passata a un vero e proprio lavoro che mi permette di restare comunque con i miei piccoli e di seguirli nel loro percorso di crescita. Il web – conclude Claudia – ha sicuramente cambiato la mia vita. In meglio, ovviamente”.

 

Scrivi una replica

News

Emergenza sanitaria: da lunedì Alto Adige in zona gialla

Da lunedì l’Alto Adige sarà in zona gialla. Lo ha annunciato l’assessore alla sanità Thomas Widmann, confermando le indiscrezioni circolate nelle ultime ore. Nel dare…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Barbados, addio alla Corona: diventa una repubblica

Barbados si è autoproclamato ufficialmente una repubblica, rimuovendo la Regina Elisabetta II dal suo titolo di capo di stato, in una cerimonia che ha visto…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, Zemmour annuncia candidatura a presidenziali

Il polemista francese, Eric Zemmour, ha annunciato ufficialmente la sua candidatura alle presidenziali e lo ha fatto attraverso un video diffuso online con «un messaggio…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, in Ucraina 10.554 nuovi casi e 561 vittime

Sono 10.554 i nuovi casi da coronavirus in Ucraina, dove si registrano anche 561 vittime.…

30 Nov 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia