Zapatero va giù, ma non ha concorrenti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Zapatero va giù, ma non ha concorrenti

NUMERI DAL MONDO
di Luca Sabatini

Che l’approval rating del Presidente Zapatero non sia al suo massimo storico è fuori da ogni dubbio. L’ultimo barometro del Centro de Investigaciones Sociologicas (gennaio 2011) ci mostra che l’80% degli spagnoli giudica in maniera negativa la situazione economica della nazione, percentuale che “scende” al 68% se si tratta di giudicare la situazione politica. Il 43% dei lavoratori intervistati dichiara di aver paura di perdere il posto di lavoro mentre le aspettative sul futuro risentendo fortemente di questi giudizi mostrano un basso livello di fiducia nella ripresa economica ed occupazionale. Il giudizio sull’operato del Premier spagnolo arriva quindi ai minimi storici, pari a 3,3 su scala 1-10. Mariano Rajoy, leader del PP e suo principale concorrente, ottiene però lo stesso identico punteggio. Quando si dice “mal comune…”

 

1 Commento per “Zapatero va giù, ma non ha concorrenti”

  1. […] sondaggi (lo avevamo già sottolineato) danno il premier spagnolo, Josè Luis Zapatero, in picchiata. E questa mattina, alla riunione del […]

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia