Psicosi e allarmismo: il solito circolo vizioso | T-Mag | il magazine di Tecnè

Psicosi e allarmismo: il solito circolo vizioso

Dalle influenze che diventano pandemie alle nubi radioattive

L’ondivago flusso di notizie varia a seconda dell’importanza che esse assumono rispetto a un dato evento. Se avviene qualcosa di impellente e a noi più vicino, il “già successo” passa in secondo piano al di là dei risvolti che il primo episodio porterà con sé. È una condizione, potremmo definirla “naturale”, che si verifica incessantemente. Cosicché, ad esempio, dalla fobica attenzione rivolta alla sciagura giapponese si è adesso inclini a un maggiore interesse verso il dirimpettaio libico. È l’agenda setting, niente di nuovo. E non è neppure una novità l’allarmismo che di volta in volta accompagna determinate circostanze.
La tanto attesa nube radioattiva proveniente dal Giappone ancora non si è fatta vedere. Eppure a leggere certi giornali, La Repubblica in testa, sembrava un fatto imminente. O meglio, l’Italia – hanno reso noto oggi gli esperti – è stata sorvolata da alcune masse d’aria debolmente contaminate, ma nulla più. Lo stesso ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha rassicurato: “Nessuna nube tossica, solo correnti d’aria non pericolose”.
È un pessimo servizio quello che talvolta i quotidiani propinano ai fruitori di news, non tanto per la veridicità delle fonti (ognuno ha le sue e non c’è motivo di dubitarne l’autorevolezza), piuttosto per come vengono “caricate” le informazioni raccolte. Non sempre cavalcare l’onda emotiva è dirimente, spesso, anzi, può rivelarsi un’arma a doppio taglio.
Già ai tempi della rincorsa ai vaccini contro il virus H1N1 non passava giorno senza che i quotidiani aggiornassero i bollettini dei morti per via della malattia. Salvo, con il passare dei mesi, fare dietrofront e accorgersi che nel mondo una semplice influenza stagionale può causare in un anno molti più decessi.
Il can can mediatico può fare tanto, può trasformare un normalissimo raffreddore in pandemia e può persino fare arrivare i treni in orario. L’allarmismo alla bisogna, invece, provoca soltanto allarmismo ingiustificato. Merton teorizzò la “profezia che si autoavvera”. Hai visto mai che qualche volta ci si prenda pure.

 

1 Commento per “Psicosi e allarmismo: il solito circolo vizioso”

  1. […] sciagura nucleare in Giappone – fobie e allarmismi ingiustificati a parte – obbliga tanti Paesi a rivedere i propri piani energetici. La riprova si è avuta […]

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, rinviato il viaggio a Pechino del segretario di Stato Blinken

Il viaggio a Pechino del segretario di Stato statunitense, Antony Blinken, è stato posticipato. Lo riporta l’agenzia Bloomberg, sottolineando che il rinvio è stato deciso…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Michel: «L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è Ucraina»

«L’Ucraina è l’Europa e l’Europa è l’Ucraina. Non siamo intimiditi dal Cremlino e non lo saremo». Così il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, intervenendo…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Zelensky: «L’Ue sosterrà il nostro piano di pace»

«Nel corso dei nostri negoziati oggi abbiamo discusso l’attuazione del nostro piano di pace, che l’Ue sosterrà, perché è l’unico progetto comprensivo per recuperare l’architettura…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Donbass non ancora protetto, operazione speciale continua»

«Il Donbass non è ancora completamente protetto, quindi l’operazione militare speciale continua». A ribadirlo è stato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, secondo quanto riferito…

3 Feb 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia