In Siria il governo ha rassegnato le dimissioni | T-Mag | il magazine di Tecnè

In Siria il governo ha rassegnato le dimissioni

È avvenuto il primo cambiamento in Siria: il governo guidato dal premier Naji Otri ha rassegnato le dimissioni al presidente Bashar al Assad il quale le ha accettate. Il nuovo esecutivo, che dovrà insediarsi nei prossimi giorni, si occuperà delle riforme promesse da Assad. Nell’ultima settimana migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro il regime, alle contestazioni sono seguiti diversi atti di violenza. A Damasco, però, il regime ha organizzato una manifestazione a proprio favore che ha avuto ampio spazio dalla televisione.

 

1 Commento per “In Siria il governo ha rassegnato le dimissioni”

  1. […] delle dimissioni in blocco del governo siriano, il presidente Assad, parlando al Parlamento, ha dichiarato che “il Paese è […]

Scrivi una replica

News

Usa 2024, Kamala Harris blinda la nomination

Kamala Harris otterrà la nomination alla prossima convention del Partito democratico, in programma a Chicago a partire dal 19 agosto. Secondo diversi sondaggi – a…

23 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina: il ministro degli Esteri Kuleba è a Pechino, dove incontrerà l’omologo cinese

Il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, è a Pechino su invito del suo omologo cinese Wang Yi. Si tratta della prima missione in Cina…

23 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Medio Oriente, Netanyahu: «Stanno maturando le condizioni per liberare gli ostaggi»

«Le condizioni per liberare gli ostaggi a Gaza stanno maturando». Così il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, incontrando le famiglie dei rapiti, a Washington. Il primo…

23 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cinema, cinque film italiani in corsa alla Mostra di Venezia

Alla 81/a Mostra del cinema di Venezia, in programma dal 28 agosto al 7 settembre, saranno in gara cinque film italiani. Lo hanno annunciato il…

23 Lug 2024 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia