Se i nostri scienziati benedicono lo tsunami | T-Mag | il magazine di Tecnè

Se i nostri scienziati benedicono lo tsunami

HA ANCORA SENSO INVESTIRE NELLA RICERCA? | di Andrea Ferraretto
di Andrea Ferraretto

L’Italia è un posto strano. Abbiamo paura dell’innovazione, consideriamo gli altri un pericolo, la ricerca scientifica la releghiamo a materia per pochi. Abbiamo addirittura coniato la definizione “cervelli in fuga” per descrivere la carenza di opportunità per chi vorrebbe impegnarsi nel settore della ricerca.
Consideriamo le calamità naturali qualcosa che affligge da sempre il nostro territorio e non abbiamo gli strumenti per prevenire i disastri: continuiamo a costruire, male, dove non si dovrebbe e le inondazioni, i crolli, le frane continuiamo a considerarli una iattura.
Le conoscenze scientifiche e la possibilità che il progresso tecnologico possa migliorare la nostra vita sono considerate di scarso valore: continuiamo ad affidarci al caso e al destino, governati da una classe dirigente insignificante che fa della propria incompetenza un vanto.
Non saremmo il Paese che continua a progettare il ponte sullo stretto e le centrali nucleari come se stessimo giocando con il lego: senza una reale conoscenza delle situazioni e una corretta valutazione dei rischi.
Non possiamo stupirci quindi se è il vicepresidente del CNR a dichiarare che i terremoti, commentando quanto avvenuto in Giappone “sono una voce terribile ma paterna della bontà di Dio”.
Possiamo indignarci se questo avviene in modo sistematico, da parte di una persona che riveste un ruolo strategicamente importante per un Paese che vuole uscire dalla crisi e diventare un paese europeo. E se questa è la sintesi espressa dal vertice dal Centro nazionale di ricerca, a che serve continuare a investire in università e laboratori?
D’altronde non siamo il Paese il cui presidente del Consiglio annunciò durante un discorso pubblico che entro tre anni avremmo sconfitto il cancro? A proposito quanto manca al traguardo?

 

2 Commenti per “Se i nostri scienziati benedicono lo tsunami”

  1. […] Dal momento che a norma di legge non si può perseguire la “voce terribile ma paterna della bontà di Dio”, non resta che rifugiarsi in uno schifoso silenzio, […]

  2. […] Dal momento che a norma di legge non si può perseguire la “voce terribile ma paterna della bontà di Dio”, non resta che rifugiarsi in uno schifoso silenzio, […]

Scrivi una replica

News

Meloni: «La Shoah fu un abisso dell’umanità»

«La Shoah rappresenta l’abisso dell’umanità. Un male che ha toccato in profondità anche la nostra Nazione con l’infamia delle leggi razziali del 1938. È nostro…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maturità 2023: latino al classico, matematica allo scientifico

Latino al classico, matematica allo scientifico. Sono state annunciate le materie della seconda prova per l’esame di Maturità 2023, che torna a svolgersi secondo quanto…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Aiea: ieri esplosioni vicino a centrale nucleare di Zaporizhzhia

Potenti esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia occupata dai russi sono avvenute ieri durante l’attacco missilistico da parte delle forze di Mosca contro l’Ucraina.…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »

Iran: attacco all’ambasciata azera, una vittima

Un morto e due persone rimaste ferite è il bilancio di un assalto all’ambasciata dell’Azerbaigian in Iran. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri…

27 Gen 2023 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia