Non saranno i giornali a salvare la stampa | T-Mag | il magazine di Tecnè

Non saranno i giornali a salvare la stampa

Per alcuni giornali il 2010 è stato drammatico. Italia Oggi ha perso oltre il 16% (negli ultimi tre anni circa il 30%). Il Secolo XIX è andato indietro di oltre il 15% (-27% in tre anni), L’Unità la lasciato per strada quasi il 15%. Complessivamente, analizzando le vendite di 56 giornali censiti da Ads, il calo è stato del 5,1%, con una perdita secca di 250 mila copie. Se si considerano i 26 quotidiani che ancora superano le 50 mila copie il calo percentuale è leggermente più alto: meno 6,2%.

Continua a leggere su Linkiesta

 

Scrivi una replica

News

Coree, Pyongyang apre a dichiarazione di fine guerra

Kim Yo-jong, sorella del leader nordcoreano Kim Jong-un, ha definito in un dispaccio della Kcna «idea ammirevole» la proposta del presidente sudcoreano Moon Jae-in di…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, torneranno esecuzioni e amputazioni

I talebani si preparano a ripristinare le esecuzioni dei condannati per omicidio e le amputazioni delle mani e dei piedi dei condannati per furto, anche…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, Sánchez: «Puigdemont deve presentarsi e mettersi a disposizione della giustizia»

«È evidente che Carles Puigdemont deve presentarsi e mettersi a disposizione della giustizia». Così il premier spagnolo Pedro Sánchez, dall’isola di La Palma, dove si…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vezzali: “Impianti sportivi all’aperto verso il 75% della capienza”

Valentina Vezzali, sottosegretario allo Sport, ha reso noto che gli impianti sportivi all’aperto vanno verso un’apertura del 75% della capienza totale, ma l’obiettivo è quello…

24 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia