Licenziata per frase inopportuna su Facebook | T-Mag | il magazine di Tecnè

Licenziata per frase inopportuna su Facebook

Un altro caso di licenziamento da social network. Una donna è stata cacciata dal lavoro dopo aver criticato su Facebook l’esorbitante stipendio del boss. La “vittima” è Stephanie Bon, trentasettenne originaria di Colchester, città della contea dell’Essex, che lavorava come assistente alle risorse umane per Lloyds TSB, quinto gruppo bancario del Regno Unito.

Continua a leggere su Blitz Quotidiano

 

Scrivi una replica

News

Gran Bretagna, crisi della benzina fa salire i prezzi ai massimi da 8 anni

Continua la crisi della benzina in Gran Bretagna, dove i prezzi del verde sono arrivati ai massimi da otto anni e il prezzo medio di…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «Balzo degli esposti dei clienti contro le banche nel 2020»

«Balzo, nel 2020, degli esposti alla Banca d’Italia su presunti comportamenti anomali di banche e intermediari finanziari, a causa delle “lamentele all’accesso alle misure governative…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Afghanistan, sistema bancario al collasso

Il sistema bancario dell’Afghanistan è vicino al collasso. Questo è l’allarme lanciato alla Bcc dal capo di uno dei maggiori istituti di credito dell’Afghanistan.…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vulcano Cumbre, 589 edifici distrutti dalla lava e 258 ettari coperti

Sono 589 gli edifici distrutti dalla lava espulsa dal vulcano Cumbre Vieja sull’isola di La Palma (Canarie). Oltre 21 chilometri di strade e 258 ettari…

28 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia