La Nato non chiede scusa per gli incidenti a Brega | T-Mag | il magazine di Tecnè

La Nato non chiede scusa per gli incidenti a Brega

La Nato non ha intenzione di chiedere scusa ai ribelli per gli incidenti che a Brega hanno provocato la morte di diversi insorti sotto il fuoco amico dei raid aerei dell’Alleanza. Lo ha riferito l’ammiraglio Russell Harding, vicecomandante dell’operazione Unified Protector condotta dalla Nato in Libia. “Non voglio chiedere scusa per le morti di civili per due motivi: perché vedendoli dall’alto non possiamo identificare di che natura siano i mezzi e perché vedendo quei veicoli che si spostavano avanti e indietro potevamo presupporre che fossero di forze leali al colonnello Gheddafi”. Sul fronte militare – ha sostenuto ancora Harding – la situazione è “fluida”, non di stallo.

 

1 Commento per “La Nato non chiede scusa per gli incidenti a Brega”

  1. […] Anders Fogh Rasmussen, ha infine chiesto scusa, dopo che l'ammiraglio Harding aveva sostenuto il contrario, per la morte di alcuni ribelli a seguito di un raid aereo dell'Alleanza a Brega. “E' stato uno […]

Scrivi una replica

News

Coronavirus, Speranza: «Non possiamo assolutamente abbassare la guardia»

«In questo ultimo miglio non possiamo assolutamente abbassare la guardia». Intervenendo in Senato, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha invitato alla prudenza, osservando che…

24 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Congo, Di Maio: «Chiesta all’Onu apertura di un’inchiesta»

«Al Pam e all’Onu abbiamo chiesto formalmente l’apertura di un’inchiesta che chiarisca l’accaduto, le motivazioni alla base del dispositivo di sicurezza utilizzato e in capo…

24 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, gli Usa primo Paese per il numero di contagiati nelle ultime 24 ore. Ottava l’Italia

Nelle ultime 24 ore, secondo gli ultimi dati dell’Oms, sono stati 280.853 i nuovi contagiati. La nazione che ha fatto segnare il maggior incremento sono…

24 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, continuano a calare i casi di Covid in tutto il mondo

Per la sesta settimana consecutiva i casi di coronavirus registrati in tutto il mondo sono calati. Nel periodo 15-21 febbraio, il dato è sceso dell’11%…

24 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia