I bloggers chiedono 105 milioni di dollari ad Huffington Post | T-Mag | il magazine di Tecnè

I bloggers chiedono 105 milioni di dollari ad Huffington Post

La class action era ormai nell’aria, e puntualmente è stato depositato oggi, al Tribunale di New York, il ricorso dei numerosi giornalisti freelance e bloggers contro l’Huffington Post.
La testata, fondata e diretta da Arianna Huffington e oggi proprietà di America On Line per 315 milioni di dollari, è accusata di non aver pagato gli stipendi corrispettivi di centinaia di articoli pubblicati.
Così, dopo ripetute giornate di sciopero che non hanno sortito alcun effetto, i giornalisti hanno scelto di chiedere giustizia in tribunale e hanno presentato una richiesta di risarcimento pari a 105 milioni di dollari, come giusto compenso per il loro contributo al successo del giornale.

 

Scrivi una replica

News

Amministrative: ai ballottaggi ha votato il 43,94% degli elettori

In occasione dei ballottaggi – 63 i Comuni chiamati al voto, tra cui Roma, Torino e Trieste -, ha votato il 43,94% degli aventi diritto.…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Atti di violenza ostacolano la ripresa del Paese»

«Sorprende e addolora che proprio adesso, non quando si temeva il crollo del paese, adesso che vediamo una ripresa incoraggiante, economicamente, socialmente, culturalmente, proprio ora esplodono…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: a livello globale, i contagi hanno superato i 240,7 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 240.786.306. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: domenica scaricati 437mila Green Pass

Certificato verde è (ormai) diventato obbligatorio per i lavoratori sul posto di lavoro, nonostante qualche protesta (oltre 150mila certificati in più rispetto a domenica scorsa).…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia