Migranti. Per l’Ue Parigi non ha infranto le regole | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migranti. Per l’Ue Parigi non ha infranto le regole

Parigi non avrebbe infranto le regole europee, fa sapere la Commissione riguardo il blocco temporaneo dei treni alla frontiera di Ventimiglia onde evitare gli spostamenti dei migranti dall’Italia alla Francia. Decisioni di questo tipo, infatti, possono derivare da motivazioni di ordine pubblico. Nonostante il parere dell’Ue tale circostanza, stigmatizzata dal ministro Frattini, raffredda ulteriormente i rapporti tra Italia e Francia, per quanto il ministro dell’Interno transalpino Gueant abbia scongiurato qualsiasi tensione con Roma. Roberto Maroni ha auspicato, a conferma delle evidenti divergenze tra i due Paesi, che “nel vertice del 26 si possano risolvere amichevolmente questioni che non ha senso che continuino a permanere”. Ancora più critico il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, secondo il quale l’atteggiamento della Francia nei confronti dei migranti è da considerarsi “antieuropeista, disumano e inaccettabile”.

 

Scrivi una replica

News

Biden all’Onu: «Rimanere vigili sulla minaccia del terrorismo»

«Dobbiamo anche rimanere vigili sulla minaccia del terrore, che il terrorismo pone a tutte le nostre nazioni, che provenga da regioni lontane del mondo o…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pnnr, Draghi: «Determinati a prevenire qualsiasi tentativo di frodi e infiltrazioni criminale»

«L’arrivo dei fondi del Next generation Eu è una grande sfida per tutti i Paesi europei e in particolare per l’Italia». Lo ha scritto il…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Biden all’Onu: «Decennio decisivo per il nostro mondo»

«È un decennio decisivo per il nostro mondo». Così il presidente degli Stati Uniti Joe Biden nel suo primo discorso all’Assemblea generale delle Nazioni Unite.…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corte europea dei diritti umani: «Mosca responsabile della morte dell’ex spia Alexander Litvinenko»

La Russia è responsabile dell’assassinio dell’ex agente del Kgb, Alexander Litvinenko, ucciso tramite polonio a Londra nel 2006. Lo sostiene la Corte europea dei diritti…

21 Set 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia