Firefox dimostra che la privacy è morta | T-Mag | il magazine di Tecnè

Firefox dimostra che la privacy è morta

Le discussioni su “web e privacy” sono spesso accanite: “Conoscono le nostre preferenze, la nostra posizione geografica, i nostri amici…”. A prima vista sembra un problema enorme. Ma non è così. La realtà è un’altra. Lo dimostrano i fatti. Firefox è il browser più diffuso al mondo. E Firefox 4 consente di attivare una “opzione antitracciamento dei dati personali”, che in inglese si chiama “Do Not Track”. Ebbene, rivela Jules Polonetsky, fondatore del Future of Privacy Forum, che solo l’uno per cento degli utenti si avvale di questa possibilità. Perché? Problemi tecnici? Difficile crederlo: basta andare alla pagina delle “opzioni avanzate” dove è anche possibile cancellare i cookies, un’attività svolta da oltre il 20 % degli utenti Firefox. E Polonetsky dice che ormai da un decennio solo l’uno per cento degli utenti (nel caso di Aol o DoubleClick) si preoccupa di difendere la propria privacy quando viene loro offerta l’occasione. E allora?

Continua a leggere su Personal Media

 

Scrivi una replica

News

Amministrative: ai ballottaggi ha votato il 43,94% degli elettori

In occasione dei ballottaggi – 63 i Comuni chiamati al voto, tra cui Roma, Torino e Trieste -, ha votato il 43,94% degli aventi diritto.…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Atti di violenza ostacolano la ripresa del Paese»

«Sorprende e addolora che proprio adesso, non quando si temeva il crollo del paese, adesso che vediamo una ripresa incoraggiante, economicamente, socialmente, culturalmente, proprio ora esplodono…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: a livello globale, i contagi hanno superato i 240,7 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 240.786.306. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: domenica scaricati 437mila Green Pass

Certificato verde è (ormai) diventato obbligatorio per i lavoratori sul posto di lavoro, nonostante qualche protesta (oltre 150mila certificati in più rispetto a domenica scorsa).…

18 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia