Primarie nel Pdl? Lo statuto vien dal basso. La petizione su firmiamo.it | T-Mag | il magazine di Tecnè

Primarie nel Pdl? Lo statuto vien dal basso. La petizione su firmiamo.it

partecipazione

 L’idea delle primarie nel Pdl è stata accolta da molti davvero seriamente. Sul sito per petizioni on line Firmiamo.it è partita subito una raccolta firme molto circostanziata: si tratta di una precisa modifica dello statuto. I termini sono quelli che seguono: 

Proposta di regolamento provvisorio per l’elezione del presidente del Popolo della libertà, dei coordinatori regionali, provinciali e comunali delle città capoluogo nonché dei parlamentari e di tutti gli eletti in listini bloccati.
1. Sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre 2011 si svolgeranno in tutto il territorio nazionale elezioni primarie convocate dal Popolo della libertà, aperte a tutti gli elettori delle sue liste, per eleggere il presidente del partito, i coordinatori regionali, provinciali e delle città capoluogo di provincia.
2. Hanno diritto di voto tutti gli elettori che sottoscrivono una formale adesione al programma del partito, dichiarano di esserne sostenitori e versano un contributo di almeno due euro al presidente di seggio elettorale autorizzato dalla tesoreria del Pdl.
3. Sono candidabili alla presidenza del Pdl tutti i cittadini che sottoscrivono l’adesione di cui al punto 2 e raccolgono un minimo di diecimila firme di sottoscrittori distribuite in due terzi almeno delle regioni (comprese quelle a statuto speciale).
4. Sono candidabili alla funzione di coordinatore regionale, provinciale o comunale delle città capoluogo tutti i cittadini che sottoscrivono l’adesione di cui al punto 2 e raccolgono un numero di firme pari ad almeno lo 0,5% dei cittadini residenti nella regione, provincia o comune interessato.
5. L’Ufficio di presidenza del Pdl coordina lo svolgimento regolare delle elezioni primarie, nominando un commissario straordinario incaricato.
6. Le domande per le candidature devono essere sottoposte all’Ufficio di presidenza, nelle forme stabilite dal commissario e corredate delle firme necessarie, entro e non oltre il 31 luglio 2011.
7. Le candidature sono ammesse o respinte dall’Ufficio di presidenza del Pdl che deve motivare eventuali esclusioni.
8. Entro il 3 ottobre 2011 l’Ufficio di presidenza comunica i risultati delle primarie e insedia gli eletti.
9. Le risorse raccolte con le modalità di cui al punto 2 saranno utilizzate per l’organizzazione di primarie obbligatorie ed aperte a tutti i cittadini per la scelta dei candidati al parlamento e per le promozione di primarie di coalizione per la scelta di candidati sindaci, presidenti di provincia e presidenti di regione. Le modalità di svolgimento saranno stabilite con regolamento adottato dall’Ufficio di Presidenza del Pdl e saranno ispirate ai principi di cui ai precedenti punti di questo regolamento provvisorio.

 

Scrivi una replica

News

Gas, le riserve di gas in Italia sono piene al 75,38%

Secondo quanto reso noto da Gas Infrastructure Europe (GIE) le riserve di gas in Italia sono piene al 75,38%, contro il 72,4% della media europea.…

10 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

M5s, Conte: «Andremo da soli al voto, perché così ha deciso il Partito democratico»

«Andrà così perché hanno deciso così sin dall’inizio in modo del tutto irrazionale i vertici del Pd. Lo hanno fatto dando anche uno schiaffo agli…

10 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, inflazione all’8,5% a luglio

A luglio l’inflazione degli Stati Uniti si è attestata all’8,5%, contro l’8,7% previsto dagli analisti e il 9,1% di giugno.…

10 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Domino’s ha chiuso i locali in Italia

La nota catena di piazza all’americana, Domino’s, ha chiuso gli ultimi punti vendita rimasti in Italia. Il piano prevedeva l’apertura di 880 negozi entro il…

10 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia