Secondo un settimanale tedesco Ylenia Carrisi è ancora viva. Come reagiranno i media? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Secondo un settimanale tedesco Ylenia Carrisi è ancora viva. Come reagiranno i media?

SCENARI

Il Corriere della Sera oggi rilancia una notizia del settimanale tedesco Freizeit Revue secondo cui Ylenia Carrisi, la figlia di Al Bano e Romina Power scomparsa nel 1994 a New Orleans, sarebbe ancora viva e si troverebbe in un convento greco-ortodosso di Phoenix. Si racconta che gli inquirenti stiano seguendo le indicazioni di una medium di Amburgo. Sulla scomparsa di Ylenia sono stati scritti già diversi libri. Ora bisognerà capire come il clamore per uno (eventuale) scoop del genere verrà affrontato mediaticamente con tutte le smentite e le conferme che senza dubbio seguiranno.

 

1 Commento per “Secondo un settimanale tedesco Ylenia Carrisi è ancora viva. Come reagiranno i media?”

  1. […] prima reazione sulla possibilità auspicata da un settimanale tedesco che Ylenia Carrisi possa essere ancora viva arriva proprio da […]

Leave a Reply to Al Bano: “Una speculazione vergognosa, i giornali tedeschi sono i peggiori” | T-Mag

News

Visco: «Ok rialzo tassi dall’estate, ma in maniera graduale»

«Il rischio di deflazione è alle nostre spalle. Abbiamo mantenuto i tassi di interesse ufficiali a lungo negativi, per far fronte a questi rischi, e rispondere…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Produzione nelle costruzioni ai massimi dal 2011 nel mese di marzo»

«A marzo 2022 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni aumenti del 2,0% rispetto a febbraio 2022. Nella media del primo trimestre 2022, al…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mosca: «Nuove basi militari in risposta ad allargamento Nato»

«La Russia creerà nuove basi militari in risposta all’allargamento della Nato». Lo ha annunciato  il ministro della difesa russo Sergei Shoigu. Il Ministro ha evidenziato…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ucraina, Von der Leyen: «Erogati 600milioni di euro di prestiti a Kiev»

«Oggi abbiamo erogato una nuova tranche di 600 milioni di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. E arriverà: abbiamo proposto un prestito aggiuntivo di 9 miliardi…

20 Mag 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia