Chi vota e chi no. Ecco tutti i nomi del quorum | T-Mag | il magazine di Tecnè

Chi vota e chi no. Ecco tutti i nomi del quorum

Berlusconi annuncia che non voterà, mentre Bersani andrà alle 10 di domenica e invita gli elettori a fare come lui

Silvio Berlusconi non andrà a votare. Lo ha annunciato oggi, durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri. Il premier, argomentando le sue ragioni, ha rivendicato il diritto dei cittadini di decidere quale atteggiamento assumere nei confronti del referendum. Al contrario, il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha affermato in un’intervista all’Unità che andrà a votare alle 10 incitando gli elettori a prendere esempio allo scopo di “dare un segno immediato di fiducia nella partecipazione”. Quella di Bersani è un’esortazione in ossequio – non sappiamo quanto volutamente – alle tante iniziative che si sono rincorse negli ultimi giorni al fine di raggiungere il quorum. Come quella che su Facebook invita gli utenti a recarsi alle urne prima delle 12 in modo da registrare un’affluenza tale da indurre gli indecisi, al momento della diffusione dei dati ufficiali del Viminale, a fare altrettanto.
Nel centrodestra non si è svolta una vera e propria campagna referendaria. Se si escludono i due quesiti sull’acqua, gli altri – ritengono molti esponenti della maggioranza – sono svuotati della loro essenza. È un voto inutile quello sul nucleare, dopo la cancellazione delle norme sulla costruzione delle nuove centrali; è un voto inutile quello sul legittimo impedimento, dopo la sentenza della Corte Costituzionale. O almeno così dicono. Anche il presidente dei deputati della Lega Nord, Marco Reguzzoni, aveva ieri anticipato che con ogni probabilità il leader del Carroccio, Umberto Bossi, non avrebbe partecipato al referendum. Che a ben vedere – per quanto si sostenga la libertà di coscienza del proprio elettorato – assomiglia oltremodo a una chiara indicazione di voto. Se i due capi carismatici annunciano entrambi che non andranno a votare, trarre le conclusioni non appare impresa ardua.
Dall’altra parte della barricata, invece, c’è chi come Antonio Di Pietro ha cambiato strategia vanificando l’ipotesi di un voto utile alla spallata e amplificando, piuttosto, l’importanza a medio e lungo termine del sì o del no ai quesiti referendari. Ci sarebbe, infine, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che pochi giorni fa ha assicurato: “Io sono un elettore che fa sempre il suo dovere”.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, quarantena e tampone obbligatori per chi viene in Italia dal Regno Unito

Quarantena obbligatoria di 5 giorni con obbligo di tampone per chi arriva in Italia dal Regno Unito. Lo prevede un’ordinanza firmata dal ministro della Salute,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Spagna, dal 26 giugno via obbligo mascherine all’aperto

Anche la Spagna, come la Francia alcuni giorni fa, ha annunciato che a breve toglierà l’obbligo di mascherina all’aperto. A riferirlo il premier Pedro Sanchez,…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, Trump: «Deciderò se ricandidarmi dopo elezioni midterm»

L’ex presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è tornato a parlare non escludendo una sua ricandidatura nel 2024, ipotesi di cui si discute da tempo.…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Novara, sindacalista muore investito da un camion durante una manifestazione

Adil Belakhdim, 37 anni, coordinatore interregionale dei SiCobas, è morto questa mattina investito da un camion. L’episodio è avvenuto davanti ai cancelli della Lidl di…

18 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia