L’allarme di Calabrò: “Il declino non è percepito, la riforma della Rai non piace ai partiti” | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’allarme di Calabrò: “Il declino non è percepito, la riforma della Rai non piace ai partiti”

TV

“La riforma della Rai è scomoda e non piace ai partiti che albergano nell’azienda e non piace ai concorrenti che mal vedono una Rai più competitiva”. È quanto spiegato dal presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, nella relazione annuale al Parlamento presentata alla Camera. “La Rai dovrebbe avere maggiore considerazione per la qualità del suo servizio. Purtroppo arrestare il declino della tv pubblica è una priorità non percepita come tale. Il sistema televisivo italiano cresce del 4,5% in termini di risorse – ha inoltre evidenziato Calabrò –. Mediaset rappresenta il 30,9% delle risorse complessive, Sky il 29,3%, Rai il 28,5%”. E nonostante gli italiani siano piuttosto attivi su internet e sui social network, l’89,1% continua ad utilizzare la tv, a tut’oggi il medium più usato per informarsi.

 

Scrivi una replica

News

Spagna, a luglio l’inflazione è salita al 10,7% (+10% a giugno)

A luglio l’inflazione spagnola ha registrato un accelerazione rispetto al mese precedente: il dato si è attestato al +10,7% dal +10% di giugno. Le stime…

12 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, a giugno PIL in calo dello 0,6%: meno delle attese

A giugno il Prodotto Interno Lordo del Regno Unito è calato dello 0,6%, meno delle attese che indicavano un -1,2%. Su base annua, l’economia britannica…

12 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Turismo, Bankitalia: la spesa dei turisti stranieri è quintuplicata

Tra marzo e maggio, secondo le tavole statistiche sul Turismo internazionale, elaborate da Bankitalia, la spesa dei turisti stranieri in Italia è quintuplicata rispetto allo…

12 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Siccità, in Inghilterra è stato dichiarato lo stato d’emergenza

Il Regno Unito ha dichiarato lo stato d’emergenza per la siccità che sta interessando l’Inghilterra. Coinvolta anche la capitale, Londra.…

12 Ago 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia