Disastro nucleare, Tepco al voto per lasciare l’atomo. La protesta di Greenpeace | T-Mag | il magazine di Tecnè

Disastro nucleare, Tepco al voto per lasciare l’atomo. La protesta di Greenpeace

ENERGIA

Tremila azionisti della Tepco, il colosso che gestisce i reattori della centrale nucleare a Fukushima, si sono riuniti per ascoltare le scuse del presidente, per non aver gestito al meglio la situazione post tsunami. Intanto uno dei tre soci al vertice della società propone di lasciare il nucleare per dedicare le tecnologie dell’azienda ad altro. Manifestanti di Greenpeace si sono presentati in massa vicino all’albergo dove si è tenuto l’incontro, con cartelloni di denuncia non solo contro la società (“l’azienda che di più inquina al mondo”), ma anche contro la discussa gestione della crisi nucleare da parte del governo giapponese.

 

Scrivi una replica

News

Stati Uniti, Biden: «C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con Nato e Ue»

«C’è un enorme interesse per avere un grande rapporto con la NATO e l’Ue». Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, incontrando…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Il virus è più rapido dei vaccini»

«Il virus si sposta più rapidamente della distribuzione mondiale dei vaccini». A denunciarlo il direttore generale dell’Oms, Adhanom Ghebreyesus, invitando i Paesi produttori un maggiori…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, negli Usa 10mila nuovi casi: la California lo Stato più colpito dalla pandemia

Gli Stati Uniti nelle ultime 24 ore hanno registrato 193 decessi e 10.800 nuovi casi.  La California è ora lo stato più colpito dalla pandemia…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina contro la Nato: “Esagerate con la teoria della minaccia”

“La Nato vuole creare scontri”. E’ l’accusa lanciata dalla Cina in seguito all’accordo raggiunto dagli alleati occidentali su un’azione comune di contrasto alle politiche, spesso…

15 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia