Romano Prodi in tv, pensando al Quirinale… | T-Mag | il magazine di Tecnè

Romano Prodi in tv, pensando al Quirinale…

A settembre il Professore potrebbe condurre un programma su La7, è il suo grande ritorno in vista del 2013?

Il ritorno del Professore, intanto, potrebbe avvenire in tv. Da giorni si parla del possibile approdo di Romano Prodi a La7 per condurre un talkshow “geopolitico” a partire già da settembre. Tre serate registrate all’interno della location che più gli dona, l’Università di Bologna. Questo, da quanto si sa al momento, dovrebbe prevedere il suo contratto. Prodi non è certo nuovo ad avventure del genere. Già nel 1992 condusse su Raiuno Il tempo delle scelte, una trasmissione che altro non era che una lezione di economia in seconda serata. “Diciannove anni fa analizzavo le trasformazioni dell’economia che avrebbero portato alla nascita dell’euro. Oggi mi piacerebbe fare il punto su come sono andate le cose, a quasi vent’anni di distanza”, afferma l’ex premier ammettendo i contatti con l’emittente di Telecom Italia Media.
A dirla tutta Prodi non è neppure l’unico politico a reinventarsi conduttore televisivo. Claudio Martelli, ex guardasigilli, ne ha fatti parecchi di programmi in tv negli ultimi anni, tutti nelle reti Mediaset. E come lui l’ex presidente della Camera, Irene Pivetti, la quale è passata anche per La7. Ma attorno a Prodi la questione va ben al di là della semplice “nuova professione”. In tanti sono pronti a scommettere che il Professore guardi con estremo interesse al Colle e che le sue uscite – sui giornali e pubbliche – siano il frutto di una strategia comunicativa e mediatica mirata. Interpellato pochi giorni fa dal Foglio, l’ex braccio destro di Prodi, Angelo Rovati, ha sostenuto che “Romano sia tornato sulla scena per puro senso di responsabilità, visti anche i pasticci che sta attraversando il nostro paese, ma in linea di massima mi chiedo che cosa ci sia di strano ad ammettere che un uomo con un curriculum come il suo possa ambire ad avere un posto importante nel futuro prossimo della Repubblica italiana. Romano è qualcosa in più di una semplice ‘riserva’ e non ricordarlo oggi sarebbe un atto di ipocrisia”.
Nel frattempo Prodi ha dato un assaggio di quello che presumibilmente sarà il suo programma. E, in taluni casi, parla come se già dimorasse al Quirinale. “L’euro deve sopravvivere a questa crisi e sopravviverà, uscendone anche rafforzato”, ha scritto sul francese Le Monde. “L’Italia ha cessato di svolgere un ruolo di rilievo sulla scena europea ed ora siede in panchina”, ha invece chiosato in una recente intervista al settimanale austriaco Profil. Silenzioso, ma in bella mostra sul palco, era a Piazza del Pantheon il 30 maggio quando Bersani arringava la folla democratica dopo le vittorie del centrosinistra alle amministrative.
Un Professore onnipresente, insomma. Che dice la sua, che attacca quando c’è da attaccare e che a settembre tenterà di bucare lo schermo. Verrebbe da pensare, a conferma delle voci che si rincorrono, che queste siano le sue personalissime prove generali da presidente della Repubblica. Tra due anni sapremo.

 

1 Commento per “Romano Prodi in tv, pensando al Quirinale…”

  1. […] il possibile approdo a La7 dell'ex premier ad un interessamento al Quirinale. Un po' quanto abbiamo notato noi ieri, insomma. Scrive dunque Zampa: “Non si capisce quale nesso esista tra questa iniziativa […]

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 177,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 177.124.860. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, arrestati dirigenti giornale Apple Daily

Il Dipartimento di sicurezza della polizia di Hong Kong ha fatto irruzione questa mattina negli uffici dell’Apple Daily, tabloid pro-democrazia del tycoon Jimmy Lai. Nel…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Laboratorio di Wuhan merita premio per la pace»

«L’Istituto di Virologia di Wuhan, sempre al centro dei sospetti sull’origine del Covid-19, meriterebbe il Nobel per la Medicina». Lo ha detto il portavoce del…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nigeria, anche Boko Haram conferma la morte del leader

Boko Haram, gruppo jihadista nigeriano, ha confermato la morte del proprio storico leader Abubakar Shekau deceduto in combattimento contro il gruppo rivale “Provincia occidentale dello…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia